proteine animali nel primo anno - carne tutti i giorni?!?!

Spazio di confronto e sostegno per genitori che propongono ai propri figli un'alimentazione a base vegetale.

Moderatore: mammafelice

...dunque sto x iniziare lo svezzamento alle mie due gemelline, siamo a 6mesi e 1/2 anagrafici 5 gestazionali, ho iniziato con un'aggiunta serale di latte adattato di soia, e devo dire tutto ok...i miei dubbi derivano dallo svezzamento vegetariano, cioe': si dice che i bimbi abbiano bisogno di 1,5g di proteine pro kg, di cui la metà di origine vegetale e l'altra metà di origine animale, ma se seguo le indicazioni di proietti le proteine animali fino al primo anno da dove le prendo :?: forse e' una domanda scema...ma dando LA di soia, e' vero che ancora do il mio, ma a breve lo sostituiro' del tutto, cereali, verdure e legumi...

Grazie a tutte quelle che mi vogliono illuminare
Bacetti Bacetti
Immagine
Avatar utente
sele761
utente senior
 
Msg.: 260
Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2008, 16:21

Re: - venerdì 9 gennaio 2009, 20:17 da evelyn73
Ciao! :)
credo che le proteine di origine animale (nel primo anno di vita) di cui parla Proietti siano costituite dal latte materno (o adattato in caso di mancanza di latte materno).
Credo altresí che il latte derivato dalle proteine della soia si possa equiparare al latte adattato derivato dalle proteine del latte vaccino ovvero a quello materno.
Quindi le tue bimbe prenderanno quelle proteine dal latte, tuo o in polvere :)

Cmq la quota proteica a cui fai riferimento tu vale per la fascia 1-3 anni.
Nel primo anno si necessita di 2gr proteine/kg .......quanto pesano le tue piccole?
Immagine
Avatar utente
evelyn73
Moderatrice
 
Msg.: 2029
Iscritto il: sabato 8 dicembre 2007, 10:25
Località: provincia di trento

Re: - venerdì 9 gennaio 2009, 21:53 da sele761
grazie x la risposta...sei un tesoro come sempre, pronta a levarmi mille dubbi...le bimbe dovrebbero pesare circa 6.100-6.300kg....veramente e' un pò che nn le peso...prox sett vado dalla pediatra...

grazie ancora e un baciotto da noi3
Immagine
Avatar utente
sele761
utente senior
 
Msg.: 260
Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2008, 16:21

Re: - sabato 10 gennaio 2009, 8:56 da evelyn73
Il cibo animale (carne, pesce. uova, formaggio) non è necessario nel primo anno di vita, se il bambino è allattato al seno e presenta una crescita adeguata. La sua introduzione comporta una eccessiva assunzione di nutrienti (in particolare proteine e grassi e sale) che facilita l'insorgenza di allergie, di malattie infiammatorie, di obesità e sovraccarico renale.

(Sempre Dott. Proietti, in questo articolo)

Il fabbisogno proteico totale, ma in particolare quello derivante dalla carne, viene ritenuto ancora oggi, con colpevole ignoranza, il piú importante per la crescita del bambino, e per di piú anche indispensabile

(Proietti - libro)

E un'altra fonte autorevole é della stessa linea:
viewtopic.php?p=162637#p162637
Immagine
Avatar utente
evelyn73
Moderatrice
 
Msg.: 2029
Iscritto il: sabato 8 dicembre 2007, 10:25
Località: provincia di trento

- sabato 10 gennaio 2009, 10:25 da sele761
grazie 1000, ho riletto tutto e mi sembra piu' chiaro...comunque il mio latte, anche solo una goccia, la daro' almeno fino all'anno alle bimbe, sicuramente e' la cosa migliore...

grazie ancora a presto
Immagine
Avatar utente
sele761
utente senior
 
Msg.: 260
Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2008, 16:21

- sabato 10 gennaio 2009, 13:20 da evelyn73
Bene! Mi fa piacere se é piú chiaro :wink:
Per l'introduzione dei cibi solidi puoi far riferimento a questo 3d, ci sono anche i riferimenti per delle tabelle 4-12 mesi.
E qui la solita teoria.

Facci sapere se ti va ! :)
Immagine
Avatar utente
evelyn73
Moderatrice
 
Msg.: 2029
Iscritto il: sabato 8 dicembre 2007, 10:25
Località: provincia di trento

la carne tutti i giorni - mercoledì 11 febbraio 2009, 9:04 da evelyn73
Ecco come spiega il dott. Proietti nel suo libro l'abitudine di dare carne tutti i giorni:
Negli anni 70 (e anche prima; parlo di anni 70 perché di quello che scrivo ho avuto conferma da mia madre e da mia suocera, diventate mamme appunto agli inizi degli anni 70) si iniziava a dare il latte vaccino fin dal terzo-quarto mese di vita, quindi diventava necessario introdurre un cibo ricco di ferro, come la carne (che tra l'altro per renderla digeribile e assimilabile bisogna omogeneizzarla o liofilizzarla, quindi giá qs fa capire quanto sia poco "naturale" dare la carne ai bimbi piccolissimi, se occorre modificarla x ché possa essere assimilata!).
Il latte vaccino ha pochissimo ferro, per qs bisognava supplire a qs carenza dando la carne.
Negli anni 90 si é riconosciuta l'importanza di non dare latte di mucca prima dei 12 mesi, e quindi in mancanza di latte materno si é iniziato a dare quello adattato (detto formulato, o in polvere, insomma il tipo che conosciamo tutti). Qs è sí derivato dalle proteine del latte vaccino, ma é appunto adattato alle esigenze di crescita di un neonato/bambino; quindi oggi con tutti i latti adattati in commercio non esiste + il rischio di anemia da carenza ferro, perché quei latti lo contengono in dosi perfette.
Quindi se da un lato si é iniziato a consigliare il latte di mucca dopo l'anno , dall'altro lato peró NON si é modificata l'abitudine di dare carne fin dal quinto mese. Tale abitudine, dice testualmente Proietti, conviene a tutti: all'industria alimentare, ai genitori, ai pediatri, tranne che al bambino.

La carne non è mai necessaria o indispensabile. Può essere utile nelle situazioni in cui il bambino non sia allattato al seno e/o non voglia un latte adattato, oppure non cresca a sufficienza. Non essendo un cibo adatto all'organismo del bambino (almeno nei primi tre anni di vita) è opportuno, nel caso si decida, di somministrarlo omogeneizzato o liofilizzato, cioè predigerito: altrimenti viene eliminato perlopiù con le feci, rendendo vano il motivo per cui si somministra: assorbire Ferro, Zinco proteine e vitamina B 12

Tratto da http://www.scienzavegetariana.it/nutriz ... imBio.html

pag. 115
l'anemia da carenza di ferro si verificava spesso quando , negli anni 50 il latte materno veniva sostituito con il latte vaccino fin dal 3-4 mese di vita, x cui diventava necessario introdurre un cibo ricco di ferro biodisponibile, come la carne: era indispensabile peró renderla digeribile e assimilabile, omogeneizzandola o liofilizzandola
Immagine
Avatar utente
evelyn73
Moderatrice
 
Msg.: 2029
Iscritto il: sabato 8 dicembre 2007, 10:25
Località: provincia di trento

carne non necessaria nello svezzamento - lunedì 16 febbraio 2009, 9:12 da evelyn73
Anche il Prof. Veronesi concorda sulla non necessitá di carne nello svezzamento.
Riporto la domanda di una mamma e la risposta del Prof.
La fonte originale é qui.
E' relativamente "datata" ma l'ho appena trovata casualmete

D: sono una neomamma il mio piccolo ha sei mesi e mezzo ed é stato fino a 6 mesi allattato esclusivamente al seno. Ora ho iniziato lo svezzamento e il pediatra ha introdotto la pappa del pranzo preparata con brodo vegetale, cereali e CARNE TUTTI I GIORNI!! Io non sono molto d'accordo ad abituare il bimbo a mangiare carne tutti i giorni quindi la sto sostituendo 5 giorni su 7 con verdure e cereali ....... Naturalmente il mio pediatra si dissocia ed io mi devo arrangiare tra libri e siti che propongono lo svezzamento vegetariano .......... A volte mi sento in colpa e temo di creare delle carenze al piccolo...... le sembra giusto che i pediatri (quasi tutti) introducano carne così presto e così frequentemente?

R: considerando il fatto che in termini evoluzionistici l'uomo è un primate, e che noi abbiamo mantenuto le caratteristiche metaboliche fondamentali dei primati che sono rimasti vegetariani, comprendiamo dunque come il nostro organismo sia programmato proprio per il consumo di frutta, verdura e legumi. Una dieta priva di carne non ci può in alcun modo indebolire, e lo prova il fatto che un neonato nei primi mesi quadruplica il peso che aveva alla nascita nutrendosi solo di latte. La carne non è indispensabile alla nostra alimentazione, nemmeno durante lo svezzamento: le proteine necessarie al nostro organismo, oltre che nella carne e nei cibi di origine animale, si trovano anche in molti vegetali, come i legumi. È dunque possibile trarre dal mondo vegetale una dieta ricca e variata capace di fornirci vitamine, proteine, zuccheri e grassi vegetali in modo completo e calibrato. Esistono poi prove scientifiche che questi alimenti, se consumati in quantità sufficiente, permettono anche di evitare alcune carenze e rinforzano la resistenza contro le malattie infettive. I vegetariani, in genere, hanno non soltanto una vita più lunga dei carnivori, ma evitano malattie croniche invalidanti...
Immagine
Avatar utente
evelyn73
Moderatrice
 
Msg.: 2029
Iscritto il: sabato 8 dicembre 2007, 10:25
Località: provincia di trento

Re: proteine di origine animale nel primo anno - lunedì 16 febbraio 2009, 23:39 da sele761
che bello leggere queste cose, Evelyn 6 fantastica, ci dai info importantissime, ora ho un'altra cosa da dire alla mia pediatra quando attaccherà la filippica della carne... :thumbright:

Bacetti Francesca
Immagine
Avatar utente
sele761
utente senior
 
Msg.: 260
Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2008, 16:21

Re: proteine di origine animale nel primo anno - martedì 17 febbraio 2009, 8:07 da evelyn73
Mi fa piacere se possono essere info utili....
Qui c'é un altro parere autorevole, anche per i pediatri "carne tutti i giorni altrimenti si rischiano carenze di ferro" :wink:
Immagine
Avatar utente
evelyn73
Moderatrice
 
Msg.: 2029
Iscritto il: sabato 8 dicembre 2007, 10:25
Località: provincia di trento

Proteine animali dopo 12 mesi - venerdì 4 dicembre 2009, 14:59 da sabrina.m
Ciao
la mia domanda è questa: Alessia mangia a pranzo al nido dove 4 pasti su 5 sono a base di proteine animali (a rotazione carne,pesce, uova,formaggio) e leggendo sul sito della ristorazione, praticamente il fabbisogno proteico (LARN) viene soddisfatto già con il pasto del pranzo.
Io per non sovraccaricarla di proteine, alla sera le do solo un primo con verdure, e quindi i legumi li mangia solo nei week end.
Faccio bene o male? (a Merenda mangia 2 noci+frutta+pane)
sabrina.m
utente senior
 
Msg.: 212
Iscritto il: giovedì 2 ottobre 2008, 13:47
Località: provincia Milano

Secondo me fai bene, così l'altra metà delle proteine è di origine vegetale. Senza contare poi quelle della colazione, che immagino preveda latte...
Mantieni i legumi nel we, perchè fanno molto bene e per mantenere l'abitudine!
Avatar utente
mammafelice
Moderatrice
 
Msg.: 3530
Iscritto il: martedì 18 dicembre 2007, 10:52
Località: provincia di torino

mammafelice ha scritto: Senza contare poi quelle della colazione, che immagino preveda latte...
!

infatti Alessia è tetta-dipendente ancora e al mattino latte di mamma :-D
sabrina.m
utente senior
 
Msg.: 212
Iscritto il: giovedì 2 ottobre 2008, 13:47
Località: provincia Milano

io do proteine animali, solo 2 volte a settimana, solo l'uovo, certo ancora prendono il latte, anche se x il momento sto dando soia, x via del muco.
Ho trovato "il cibo dell'uomo" del Prof. franco berrino, sul sito del centro di ricerca x i tumori di milano, beh.. lui dice che nello svezzamento non si deve dare carne
Immagine
Avatar utente
sele761
utente senior
 
Msg.: 260
Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2008, 16:21


Torna a Vegetarismo e veganismo nell'infanzia

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti