Fare il sapone in casa

Chi fa da sé fa per te: autoproduzione, riutilizzo, riparazioni, decrescita...

Moderatore: mammafelice

- venerdì 21 marzo 2008, 13:19 da hallosunshine
:oops: scusate magari sono tonta io, ma com'è possibile che il sapone, cioè qualcosa la cui funzione è quella di lavare la pelle (e non solo) sia a base di soda caustica, prodottino tosto e caustico, appunto.. :( ?
Ilaria
Un uomo attaccato ad un carro da un marziano o magari fatto arrosto da un abitante della Via Lattea, si ricorderà forse della cotoletta di vitello che era solito tagliare nel suo piatto e chiederà scusa (in ritardo!) alla mucca.
- MILAN KUNDERA -
Avatar utente
hallosunshine
utente senior
 
Msg.: 497
Iscritto il: lunedì 2 aprile 2007, 21:29
Località: Paesi Bassi

- venerdì 21 marzo 2008, 13:22 da krikri81
io ho quello di aleppo al 16%..e le scritte sono tutte illegibili (nn sono nel nostro alfabeto per capirci) :(
mi han detto che era "naturale" importato direttamente...e io mi son fidata.
trova in te il coraggio e la tenacia per cambiare le cose che puoi cambiare, la forza e la serenità di accettare le cose che non puoi cambiare, e l'intelligenza di capirne la differenza.

è più santa una mano che aiuta, di labbra che pregano.
(citazioni)
Avatar utente
krikri81
utente senior
 
Msg.: 2258
Iscritto il: giovedì 10 gennaio 2008, 13:09
Località: brianza

- venerdì 21 marzo 2008, 13:24 da barbara3
hallosunshine ha scritto:com'è possibile che il sapone, cioè qualcosa la cui funzione è quella di lavare la pelle (e non solo) sia a base di soda caustica, prodottino tosto e caustico, appunto.. :( ?


a parte che non è a base di soda caustica, ma di olio (di soda c. ce n'è poca!), questa serve proprio a far partire il processo di saponificazione.
E quando il sapone è fatto stagionare come si deve, non è più caustico ;)
Avatar utente
barbara3
junior
 
Msg.: 75
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2008, 17:48

- venerdì 21 marzo 2008, 13:25 da Vera
Ah ecco barbara, alludevo proprio a quella brodazza batterica lì. :)
Hallosunshine, in effetti la soda alla fine del processo non deve esserci più.
Krikri, com'è questo tuo sapone di aleppo? Che dubbi hai?
Usare il search è cosa buona e giusta! :D Vieni a sbirciare nel mio blog? :)

Immagine "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." (C. P. Estes) Immagine
Avatar utente
Vera
utente senior
 
Msg.: 10395
Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
Località: Provincia di Napoli

- venerdì 21 marzo 2008, 13:28 da hallosunshine
barbara3 ha scritto:
hallosunshine ha scritto:com'è possibile che il sapone, cioè qualcosa la cui funzione è quella di lavare la pelle (e non solo) sia a base di soda caustica, prodottino tosto e caustico, appunto.. :( ?


a parte che non è a base di soda caustica, ma di olio (di soda c. ce n'è poca!), questa serve proprio a far partire il processo di saponificazione.
E quando il sapone è fatto stagionare come si deve, non è più caustico ;)


Quindi la stagionatura è un obbligo diciamo o...?
Un uomo attaccato ad un carro da un marziano o magari fatto arrosto da un abitante della Via Lattea, si ricorderà forse della cotoletta di vitello che era solito tagliare nel suo piatto e chiederà scusa (in ritardo!) alla mucca.
- MILAN KUNDERA -
Avatar utente
hallosunshine
utente senior
 
Msg.: 497
Iscritto il: lunedì 2 aprile 2007, 21:29
Località: Paesi Bassi

- venerdì 21 marzo 2008, 13:31 da krikri81
è strano perchè fuori è un verde scuro scuro, mentre dentro (perchè l'ho tagliato a pezzi per non metterlo appunto tutto nel portasapone a prendersi i batteri) è chiarino! in faccia l'ho usato un paio di volte, ma mi tira la pelle tantissimo e divento rosso ciliegia matura, però lascia la pelle liscissima! (io l'ho preso perchè mi han detto che fa bene alla dermatite sulle mani, però non son costante perchè in ufficio uso quello che "passa il convento").
il fatto è che in realtà non so cosa ci sia realmente dentro a questo sapone, a me avevano detto solo olio di oliva e di alloro... ma adesso mi chiedo..come fanno a star insieme e a divetare solidi? (mica me l'ero chiesto!!)
trova in te il coraggio e la tenacia per cambiare le cose che puoi cambiare, la forza e la serenità di accettare le cose che non puoi cambiare, e l'intelligenza di capirne la differenza.

è più santa una mano che aiuta, di labbra che pregano.
(citazioni)
Avatar utente
krikri81
utente senior
 
Msg.: 2258
Iscritto il: giovedì 10 gennaio 2008, 13:09
Località: brianza

- venerdì 21 marzo 2008, 13:33 da Vera
:)
Forse qui serve una "lezioncina", una spiegazione, su come si fa un sapone, vediamo se trovo qualcosa. :)
Usare il search è cosa buona e giusta! :D Vieni a sbirciare nel mio blog? :)

Immagine "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." (C. P. Estes) Immagine
Avatar utente
Vera
utente senior
 
Msg.: 10395
Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
Località: Provincia di Napoli

- venerdì 21 marzo 2008, 13:53 da barbara3
hallosunshine ha scritto:Quindi la stagionatura è un obbligo diciamo o...?


certo, nessuno ti venderebbe un sapone ancora caustico!
e se lo fai in casa, DEVI farlo stagionare ALMENO un mese, se due è meglio.
Avatar utente
barbara3
junior
 
Msg.: 75
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2008, 17:48

- venerdì 21 marzo 2008, 15:27 da femzildjian
Grazie, barbara3, per aver risposto al posto mio! Il sapone è la cosa più divertente e facile che abbia mai fatto in termini cosmetici, mi piace tanto farlo, è rilassante e posso farlo come più mi piace, come mi suggerisce la fantasia, quindi aggiungendo i profumi o gli ingredienti che voglio (fermo restando che quelli fondamentali sono appunto fondamentali).

Il sapone che ho fatto in questo caso contiene il 10% di burri nutrienti (5% karitè e 5% cacao) e la soda è stata "scontata" per rendere il sapone meno aggressivo con la pelle. Comunque tra 1-2 mesi lo proverò sul corpo e vi dirò.

Quello che feci per le mani a base di solo olio di oliva lo provai in faccia e tirava, però io metto sempre la crema idratante dopo quindi il problema mi tocca poco. Però sulle mani è fantastico, toglie proprio lo sporco e le mani poi le sento pulitissime.

Sul sito www.ilmiosapone.it trovate tantissime info. Io ho iniziato così.
Avatar utente
femzildjian
utente senior
 
Msg.: 479
Iscritto il: mercoledì 24 maggio 2006, 18:23
Località: matera

- mercoledì 11 giugno 2008, 21:36 da Artenia
OOoh che bello, ho trovato finalmente il forum che fa per me... allora avrei da chiedere una cosina sul sapone...

Ho provato a farlo proprio oggi per la prima volta e mi è riuscito... o almeno così sembra.. ora devo solo attendere di sformaro e farlo stagionare ma per tutto il resto ci siamo....

Ho usato il metodo a freddo e la domandina che mi sorge spontanea è:

Ma se dopo averlo messo negli stampi ( magari usando quelli in silicone resistenti al calore ) al posto di coprirli con la coperta di lana per manterele il caldo li mettessi in forno a 40 gradi in modo che il calore sia presistente?!?!

Dite che sia fattibile?

così il calore sarebbe costante, magari per le prime due orette e poi spegnere il forno e poi coprirli.. .d'altronde 40 gradi non son tanti e niente può bruciare no?

Arty
Avatar utente
Artenia
junior
 
Msg.: 5
Iscritto il: mercoledì 11 giugno 2008, 20:49
Località: Carlino (UD)

- mercoledì 11 giugno 2008, 21:37 da Artenia
OOoh che bello, ho trovato finalmente il forum che fa per me... allora avrei da chiedere una cosina sul sapone...

Ho provato a farlo proprio oggi per la prima volta e mi è riuscito... o almeno così sembra.. ora devo solo attendere di toglierlo dalla forma e farlo stagionare ma per tutto il resto ci siamo....

Ho usato il metodo a freddo e la domandina che mi sorge spontanea è:

Ma se dopo averlo messo negli stampi ( magari usando quelli in silicone resistenti al calore ) al posto di coprirli con la coperta di lana per mantere il caldo li mettessi in forno a 40 gradi in modo che il calore sia presistente?!?!

Dite che sia fattibile?

così il calore sarebbe costante, magari per le prime due orette e poi spegnere il forno e poi coprirli.. .d'altronde 40 gradi non son tanti e niente può bruciare no?

Arty
Avatar utente
Artenia
junior
 
Msg.: 5
Iscritto il: mercoledì 11 giugno 2008, 20:49
Località: Carlino (UD)

- venerdì 10 ottobre 2008, 11:50 da laurabio
bellissimi!!!
io ho comprato un pezzo da dei ragazzi che lo fanno al sale!! buono, carino, ma mi hanno consigliatto di usarlo sui capelli... non lo avessi mai fatto!! ho i capelli lunchi e grassi, un macello totale!!
sui capelli il sapone NOOOO!!!
insieme possiamo cambiare il mondo, basta volerlo!
laurabio
junior
 
Msg.: 76
Iscritto il: sabato 4 ottobre 2008, 20:55

- venerdì 10 ottobre 2008, 14:05 da Cicciina
artenia ciao ... vado un attimo OT perdonatemi ... chi è quel bimbo pacionissimo dell'avatar? :D
Immagine
Avatar utente
Cicciina
utente senior
 
Msg.: 4089
Iscritto il: martedì 28 novembre 2006, 15:47

- domenica 19 ottobre 2008, 15:53 da montecanu
ma le pentole di acciaio che si usano per fare il sapone non possono essere più utilizzate per cucinare?
volevo fare del sapone a freddo simile a quello da bucato bianco (dato che in quello che si compra al super c'è il sego animale), non da utilizzare sulla pelle o per il bucato ma da intagliare usando dei guanti di lattice per un lavoro. Nel sito ilmiosapone dicono di non usare pentole in alluminio... ma perchè questo potrebbe rilasciare sostanze nocive nel sapone ?
io di pentole in acciaio da usare solo per il sapone non ne ho, ho trovato dei vecchi pentoloni ma in latta ( a casa e nei mercatini dell'usato) .
:?:


:)
Avatar utente
montecanu
utente senior
 
Msg.: 319
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2008, 20:41
Località: como e sardegna

- giovedì 23 ottobre 2008, 23:14 da Nicocentrico
L'altro ieri sono andato in un supermercato Auchan e c'erano alcune bancarelle nei corridoi, tra i negozi, mi ha incuriosito una bancarella dove vendevano appunto saponi. Ho parlato con un ragazzo che mi ha raccontato la storia del sapone di Aleppo (che stavo guardando), ed è stata bella perché mi ha convinto a comprarlo! Trovate la sua storia su Wikipedia; pensate che è un prodotto storico della città di Aleppo, in Siria, e viene fatto stagionare nel deserto all'aperto per almeno un anno. (Quello prodotto in Siria, presumo). Non mi ha detto e non ho chiesto dove è stato prodotto, suppongo sia quello di Aleppo, originale, anche se non ne sono sicuro. Comunque l'ho provato e mi sono trovato molto bene. Ecco, magari sull'odore bisogna un po' abituarcisi. Da un po' di argilla. :wink:
Nicocentrico
junior
 
Msg.: 56
Iscritto il: giovedì 17 luglio 2008, 15:32

PrecedenteProssimo

Torna a Autoproduzioni

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti