Il thread della B12 (e altri integratori)

Nutrizione, ricette, riflessioni e tutto ciò che riguarda la vita senza derivati animali

Moderatore: lallabel

Il thread della B12 (e altri integratori) - domenica 13 aprile 2008, 12:56 da Vera
Ciò che ogni vegano dovrebbe sapere sulla Vitamina B12.
La vitamina B12.
La "innaturalità" dell'integrazione di B12.
Integratori e prodotti fortificati: marche e dosaggi.
La B12 in gravidanza, allattamento, infanzia.
Presunte fonti vegetali di vitamina B12.
La vitamina B12 nella dieta vegetariana.
Esami da eseguire relativamente al controllo della vitamina B12.
La carenza di B12 negli onnivori.

Per una rassegna di articoli, che più esauriente non si può, sull'argomento, visitare il sito di scienza vegetariana: http://www.scienzavegetariana.it/salute/nutr_veg.html

Se invece volete andare direttamente al sodo... pare che la maggior parte degli utenti di Forum etici scelga come integratore Long Life B12 della Phoenix, pastiglie sublinguali da 2000 mcg, particolarmente adatte nei casi di carenza (assunte tutti i giorni) ma ottime per il mantenimento nella dose di una compressa alla settimana. Costano circa 17 euro, le pastiglie sono 100 e quindi durano due anni (non fanno in tempo a scadere, però).

Ciò che ogni vegano dovrebbe sapere sulla Vitamina B12.

# Livelli di assunzione di B12 molto bassi possono causare anemia e danni al sistema nervoso.

# Le uniche fonti vegane affidabili di B12 sono i cibi fortificati con questa vitamina (tra cui alcuni latti vegetali, alcuni prodotti a base di soia ed alcuni cereali per la colazione) e gli integratori alimentari.
La Vitamina B12, che sia in forma di integratori, cibi fortificati o prodotti animali, è prodotta da microrganismi.

# La maggior parte dei vegani consuma abbastanza B12 per evitare l'anemia ed i danni al sistema nervoso, ma molti non ne assumono abbastanza per minimizzare i potenziali rischi di patologie cardiache o di complicazioni nel corso della gravidanza.

# Per ottenere tutti i benefici di una dieta vegana, i vegani dovrebbero seguire almeno uno di questi consigli:
1. assumere prodotti fortificati due o tre volte al giorno, per ottenere almeno 3 microgrammi (mcg o ug) di B12 al giorno, oppure
2. prendere ogni giorno un integratore che fornisca almeno 10 mcg, oppure
3. assumere una volta alla settimana un integratore che fornisca almeno 2000 mcg.


# Se si decide di usare i prodotti fortificati bisogna controllare attentamente l'etichetta per assicurarsi di assumere abbastanza B12. Per esempio, se un tipo di latte vegetale fortificato contiene 1 mcg di B12 per porzione, un consumo di tre porzioni al giorno garantisce un apporto di B12 adeguato. Alcuni potrebbero trovare più pratico ed economico usare degli integratori.

# Meno frequentemente si assume la B12, maggiore è la quantità di questa Vitamina che sarà necessario assumere, poiché la B12 è meglio assimilata se assunta in piccole quantità. Le raccomandazioni di cui sopra tengono pienamente conto di questo. Non ci sono pericoli per la salute nel superare le quantità raccomandate, o nel combinare più di uno dei consigli summenzionati.

# Informazioni corrette aiutano a mantenere i vegani in buona salute. Diffondetele!

# Se non intendete leggere altro sulla Vitamina B12, ora sapete già quello che dovete sapere. Se volete approfondire l'argomento, continuate a leggere.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici/B12sheet.html)

1. Funzione della Vitamina B12 e dei Folati

La Vitamina B12, assieme ai Folati, è necessaria per convertire l'Omocisteina in Metionina.
Se questa reazione metabolica è bloccata, allora i livelli di Omocisteina aumentano, causando l'elevazione dei livelli di SAH (S-andenosilomocisteina) e bloccando reazioni di metilazione vitali.

Infatti, questi processi di metilazione sono necessari per:
* Rendere stabili il DNA, l'RNA e le Proteine
* Produrre Neurotrasmettitori
* Produrre il Coenzima Q (ad azione antiossidante)
* Favorire l'eliminazione di tossine, quali la Piridina e l'Arsenico

Se è presente carenza di Folati, allora la sintesi del DNA viene direttamente ritardata, causando un aumento di volume delle Emazie (denominata appunto Anemia Megaloblastica) e compromettendo le reazioni di metilazione.

Se invece è la Vitamina B12 ad essere carente, le reazioni di metilazione sono compromesse ed i Folati vengono in parte intrappolati ("trappola del metile"), provocando ancora Anemia Megaloblastica.

La carenza di Vitamina B12, a fronte di elevate assunzioni di Folati, provoca danni al Sistema Nervoso, piuttosto che Anemia.

L'Omocisteina ha effetti favorenti l'ossidazione (pro-ossidanti) e probabilmente effetto tossico diretto.

2.Sindrome da Carenza Classica: Sintomi e Tempo di Latenza
Anemia: Il deficit combinato di Vitamina B12 e Folati impedisce una produzione di DNA sufficiente per il turnover delle Cellule Ematiche, causando la riduzione del numero delle Emazie (Anemia), che risultano di volume aumentato (Megaloblastica). Il sintomo principale è l'Astenia.

Conseguenze sul Sistema Nervoso: più spesso associate con la carenza di B12 che con quella di Folati. I sintomi includono:
* Riduzione della Sensibilità e Formicolio
* Deficit di Forza
* Deficit di Equilibrio e della Coordinazione degli Arti
* Deficit Visivi
* Glossite
* Disturbi della Memoria
* Alterazioni della Personalità, comprese Allucinazioni e Psicosi

Nei bambini, la Carenza di B12 può provocare Astenia generalizzata, Anoressia, disturbi dello Stato di Coscienza che possono progredire fino al Coma ed alla Morte. Il tempo di comparsa è più rapido rispetto all'adulto.

Tutti i sintomi sono reversibili, se trattati abbastanza precocemente, ma possono residuare danni permanenti, soprattutto nei bambini.

NB: I bimbi allattati al seno possono sviluppare una severa Sindrome da Carenza di B12 se la madre assume poca B12, anche se la madre è asintomatica.

I livelli di Omocisteina cominciano ad aumentare quando I livelli di B12 scendono al di sotto di 300 pmol/l, e salgono poi drammaticamente al di sotto dei 150 pmol/l.

(da http://www.scienzavegetariana.it/rubric ... n_B12.html)

La vitamina B12.

Questa importante vitamina viene prodotta dai microrganismi che inquinano i cibi vegetali e che sono presenti nel lume intestinale dell'animale. La vitamina B12 viene assorbita dall'intestino e viene utilizzata dall'animale per le funzioni vitali, mentre quella in eccesso viene depositata nei tessuti (muscolo, fegato). I cibi vegetali non contengono quindi vitamina B12 se non come frutto di inquinamento, mentre i cibi animali contengono la vitamina B12 di deposito, frutto di sintesi batterica.

La probabilità di andare incontro a carenza di questa vitamina è tanto più elevata quanto più vengono eliminati dalla dieta cibi animali. Tuttavia, anche le persone onnivore, dopo i 50 anni, possono perdere la capacità di ricavare questa vitamina dai cibi animali che la contengono.

Per i lacto-ovo-vegetariani, comunque, la possibilità di andare incontro a carenza dipende dalla frequenza di assunzione di cibi animali indiretti, e va comunque tenuta in considerazione, mentre per i vegani è molto probabile. Quello che varia è il tempo necessario perché si sviluppi la carenza, dal momento che i depositi tissutali e la capacità di produrre questa vitamina nell'intestino e di recuperarla dalle feci variano da individuo ad individuo.

Ciò non significa che la dieta vegetariana sia inadeguata, è solo che le attuali misure di igiene degli alimenti compromettono un'assunzione naturale di vitamina B12, cosa che invece non succederebbe in una ipotetica vita "in Natura".

La carenza di vitamina B12, a fronte di elevate assunzioni di folati, provoca danni al Sistema Nervoso, piuttosto che anemia. La vitamina B12 è inoltre cruciale nei vegetariani per mantenere bassi livelli di omocisteina, che appare correlata a malattie cardiovascolari, tumori, demenza e depressione. E' quindi imperativo integrare la B12 con opportuni preparati, facilmente reperibili in commercio, al fine di ottenere il massimo dei vantaggi dalla dieta vegetariana, annullando gli effetti dannosi della carenza di B12.

Sul sito di Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana, è disponibile un elenco aggiornato dei principali integratori di Vitamina B12 disponibili in Italia.

In chi non assume o limita i cibi animali, per mantenere livelli ematici di B12 sopra i 300 pmol/L è necessaria una quantità assorbita di circa 1.5 mcg/die. Questa quantità è ottenibile con l'assunzione di:

* 3 mcg/die a partire da cibi fortificati assunti nel corso di parecchi pasti,

oppure

* 10 mcg/die da un'unica dose giornaliera di integratore,

oppure

* 2000 mcg/settimana da un integratore in unica assunzione, probabilmente il metodo più comodo.


(tratto da "I vantaggi dell'alimentazione vegetariana" SSNV©2003, copiato da http://www.vegpyramid.info/nutrienti/b12.html)

La "innaturalità" dell'integrazione di B12.

La vitamina B12 è l'unica sostanza nutritiva che manca nella dieta vegan, o in una dieta vegetariana sana, cioè con basso apporto di alimenti di origine animale.

Da un punto di vista etico - il non ammazzare animali - è facilmente comprensibile come sia preferibile mangiare una volta la settimana una pastiglia piena di B12 prodotta per sintesi batterica piuttosto che dover avere sulla coscienza la morte di esseri senzienti.
E questo è per un vegano il punto di vista più importante, gli altri non hanno quasi peso.

Da un punto di vista salutistico, non è una cosa dannosa.

Da un punto di vista naturalistico, ammesso che interessi, visto che comunque nessuno di noi vive in modo realmente naturale, va detto che in una ipotetica vita in natura, se ci cibassimo di verdure e radici che crescono spontanee, senza lavarle e disinfettarle ne' aggiungere alcuna sostanza chimica al terreno, la B12 la troveremmo proprio nelle radici, proveniente, appunto, dai batteri chi vivono nel terreno. Non vivendo in natura, questi batteri li dobbiamo coltivare appositamente e poi inserire la b12 che producono in una pillolina pulita-pulita.

Infine, va detto che la carenza patologica di B12, che non si verifica nei vegani più che nei carnivori, è dovuta nella quasi totalità dei casi non alla dieta, ma a una carenza di fattore intrinseco, che è quel fattore che permette di assorbire la B12. Chi manca di questo fattore, qualsiasi cosa mangi (anche carne, ovviamente) non riesce a incamerare la B12 e quindi deve prendere grosse dosi di integratore, nei casi gravi sottoforma di iniezioni e non pillole. Ma questa, appunto, è una patologia che non dipende dall'alimentazione seguita.

(da http://www.veganitalia.com/modules/news ... toryid=989)

La vitamina B12 è naturalmente presente esclusivamente nei cibi animali, diretti ed indiretti, ed assente nel regno vegetale, anche se sono disponibili sul mercato alimenti vegetali addizionati con questa vitamina. Il fatto che una dieta che limita molto od esclude i prodotti animali possa predisporre al rischio di carenza, non significa che tale alimentazione non sia naturale, ma piuttosto che i cibi che mangiamo vengono trattati diversamente rispetto agli stessi cibi che mangiano i nostri progenitori primati, e che mangiavano i nostri antenati.

La vitamina B12 è in realtà un inquinante sia dei cibi vegetali che animali, in quanto viene prodotta dai microrganismi del terreno che si trovano sui vegetali non lavati e che abitano l'intestino dell'animale (da dove passa poi nel sangue e viene depositata nei tessuti): se dai cibi animali la vitamina è ineliminabile, essa viene facilmente allontanata dai cibi vegetali con le comuni pratiche igieniche. In passato una alimentazione vegana sarebbe stata probabilmente adeguata anche per quanto riguarda l'introduzione di vitamina B12, non essendoci all'epoca la necessità di lavare i cibi per allontanare residui di prodotti chimici utilizzati dall'agricoltura moderna.

Assumere la vitamina B12 dai cibi animali che naturalmente la contengono, in quantità adeguate per soddisfare i fabbisogni richiesti, espone per contro ai rischi legati all'assunzione di grassi e proteine animali presenti in questi cibi. L'utilizzo di integratori di questa vitamina è invece un modo intelligente e sicuro per proteggersi dal rischio di carenza, che tra l'altro è sempre più diffuso, tanto che l'Istuto di Medicina Americano raccomanda che tutte le persone al di sopra dei 50 anni, indipendentemente dal tipo di dieta, assumano la vitamina B12 sotto forma di integratori e di cibi fortificati, al fine di garantirne un assorbimento ottimale.

Alla scelta di limitare od escludere dalla propria dieta tutti i prodotti animali sottendono inoltre motivazioni etiche che giustificano ampiamente il ricorso all'integrazione di questa vitamina nella dieta con composti di origine non animale. Pur avendo la nostra Società deciso di affrontare solamente gli aspetti salutistici di questa scelta nutrizionale, non possiamo disconoscere quanto sia importante il ruolo degli altri aspetti nel sostenere questo comportamento alimentare.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... q/B12.html)

Integratori e prodotti fortificati: marche e dosaggi.

Elenco dei principali integratori di Vitamina B12 disponibili in Italia

È per questo indispensabile che i vegani sappiano come alimentarsi correttamente e in particolare come assumere la Vitamina B12. Per questo abbiamo contattato alcuni distributori italiani di integratori alimentari (non farmacologici) per sapere se avevano in catalogo degli integratori di questa Vitamina (in forma di cianocobalamina) con composizione non comprendente ingredienti di origine animale.

Questi integratori rispondono quindi ai seguenti requisiti:
* Sono vegani (privi di qualunque derivato animale).
* Non sono classificati come farmaci (e pertanto non sono stati testati su animali, almeno per quanto ci risulta).
* Contengono una forma biologicamente attiva di B12 (la cianocobalamina).
* Contengono quantità di Vitamina adeguate anche per compensare eventuali carenze.
* Non contengono altre vitamine.
* Sono disponibili in Italia e facilmente reperibili (alcune marche hanno anche altri prodotti che però non sono importati in Italia)


È probabile che esistano sul mercato italiano molti altri integratori che soddisfino i requisiti di cui sopra. Nel caso ne individuaste altri vi preghiamo di segnalarceli.

(Continua con una tabella su http://www.scienzavegetariana.it/nutriz ... raB12.html)

Ecco uno stralcio della posizione ufficiale più recente sull'argomento, che può trovare per esteso all'URL: http://www.scienzavegetarina.it/medici/B12sheet.html, che contiene l'Information sheet sulla B12.

La posizione fornisce le dosi per i Vegani, cioè persone che NON assumono assolutamente la Vitamina B12 con il cibo.

Un uso frequente di cibi fortificati con B12, che consenta un’assunzione di circa 1 mcg tre volte al giorno, a distanza di qualche ora, fornisce una quantità adeguata. La disponibilità di cibi fortificati varia a seconda dei paesi, e le quantità di B12 variano da prodotto a prodotto, perciò per assicurarsi una assunzione adeguata di B12 dai cibi fortificati è necessario leggere le etichette, e ragionare su quali e quanti cibi fortificati acquistare, compatibilmente con i propri gusti e con la disponibilità dei prodotti.

Prendere ogni giorno un supplemento di B12 che contenga almeno 10 mcg, consente di assimilare una quantità di questa vitamina analoga a quella assimilabile assumendone 1 mcg tre volte al giorno. Questo può essere il metodo più economico, poiché una singola pastiglia ad alto contenuto di B12 può essere consumata a pezzetti. 2000 mcg, assunti una volta alla settimana, forniscono anch’essi una quantità adeguata. Le pastiglie di B12 devono essere masticate o sciolte in bocca per massimizzarne l’assimilazione, e devono essere conservate in un contenitore opaco. Come per ogni supplemento, è prudente non assumerne più di quanto è necessario per il massimo giovamento, e si dovrebbe pertanto evitare di assumere più di 5000 mcg alla settimana, nonostante non vi siano prove di tossicità causata da quantità maggiori.


(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... ta259.html)

Anche l'integratore è meglio assumerlo a digiuno, perchè nello stomaco è presente il Fattore Intrinseco che favorisce l'assimilazione della B12.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... ta588.html)

Solitamente le compresse sublinguali non hanno alcun problema (1 alla settimana da 2000 mcg), per le complesse orali dipende appunto dal dosaggio. Un dosaggio in eccesso non teme interferenze, invece la dose minima di mantenimento potrebbe diventare insufficiente in presenza di situazioni gastriche che alterano la vitamina, e quindi è meglio assumerla con acqua fredda ad una certa distanza dai pasti.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... ta779.html)

Sintetizzando al massimo, la dose necessaria per chi non assume od assume pochi prodotti di origine vegetale è di 10 mcg al giorno o di 2000 mcg alla settimana. Esistono integratori da 25 mcg (il Bilife della lifeplan, 1/2 c tutti i giorni) mentre quello da 2000 è della Longlife ed è sublinguale. L'assunzione di B12 può essere fatta sempre per via orale. Solo chi è affetto da anemia perniciosa non assorbe la B12.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... ta691.html)

Non è consigliabile MAI utilizzare la B12 in associazione con altre vitamine, perchè potrebbe esserne limitato l'assorbimento.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... ta770.html)

In caso di riscontrata carenza di vitamina B12, per ripristinare le scorte bisogna integrare con una dose di 500-2000 mcg ogni giorno per almeno 1-2 mesi.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... ta575.html)

Per quanto riguarda l'esistenza in commercio di integratori di B12 non solo vegani, ma che non contengano alcun "coadiuvante tecnologico" artificiale:

Non risulta ne esistano, in quanto per poter formare la compressa, tenerla unita e prevenire il degrado della vitamina è necessario "sposarla" con questi coadiuvanti. La B12 è molto labile, e va protetta altrimenti si rischia di assumerla già inattivata e quindi priva di attività biologica.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... ta703.html)

A proposito dei dolcificanti presenti in alcuni integratori di B12, il mannitolo.

Il mannitolo è un dolcificante sintetico e viene utilizzato tantissimo nel settore farmaceutico e dolciario perchè costa pochissimo ai produttori e non dà nessun effetto collaterale tranne quello di dissenteria ma solo se assunto in grandi quantità (e non è certo il caso della compressa di B12).
Attualmente il miglior prodotto è: VITA B12 100 tavolette della Solgar. Non contiene nessun dolcificante tranne degli agenti riempitivi e aggreganti innocui di origine vegetale necessari per far rompere la pastiglia una volta ingerita nello stomaco e per evitare che la macchina che stampa le tavolette si ingrippi.
Una tavoletta corrisponde a 100 mcg di B12.
Nel caso di un'alimentazione vegetale 100% è sufficiente un quarto di pastiglia al giorno. In farmacia vendono a 10 euro circa dei spacca pastiglia comodissimi per questa operazione. L'assunzione del quarto di pastiglia deve avvenire tutti i giorni, comunque se si dovesse dimenticare una volta alla settimana non fa niente.
Il prodotto Solgar B12 da 1000 mcg ha il vantaggio di evitare si assumerlo quotidianamente ma ha lo svantaggio di avere altri componenti all'interno dello stesso come per esempio il mannitolo.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1669.html)

Elenco di prodotti addizionati di Vitamina B12 disponibili in Italia (a cura di Marco Lorenzi)

Di seguito riportiamo un elenco di prodotti presenti sul mercato italiano addizionati di B12 e/o di altri micronutrienti utili nella dieta vegana (abbiamo indicato i micronutrienti aggiunti solo se potenzialmente utili nella dieta vegana).

A parte dove specificato diversamente i prodotti sono del tutto privi di derivati animali, almeno stando agli ingredienti indicati sulla confezione e/o alle indicazioni forniteci dal produttore. La lista ovviamente non è esaustiva e saremmo grati a tutte le persone che ci segnalassero altri prodotti vegetali contenenti vitamina B12 o altri micronutrienti utili per i vegani reperibili in Italia.

L'unico prodotto privo di B12 inserito nella tabella è il latte di soia della Valsoia addizionato di Calcio e vitamina D2. Il prodotto è segnalato in quanto si tratta di uno dei pochi latti di soia disponibili sul mercato addizionati di vitamina D in quantità significative.

I dati di questa tabella dimostrano che è possibile ottenere l'RDA per la vitamina B12 utilizzando diversi prodotti fortificati nel corso della giornata (p.e. cereali e succhi di frutta o latte di soia la mattina e un hamburger vegetale la sera), tuttavia a lungo andare potrebbe risultare poco pratico dover utilizzare tutti i giorni determinati alimenti fortificati per assicurarsi un apporto sufficiente di B12. Ricordiamo che la dose raccomandata giornaliera per questa vitamina è di 1-3 mcg a seconda dei paesi e dell'età o della fase della vita del soggetto.

Sarebbe auspicabile che i produttori di alimenti per vegetariani si rendessero conto dell'opportunità di addizionare i loro prodotti con quantità apprezzabili di questa vitamina che, essendo idrosolubile, non risulta dare problemi di tossicità anche a dosi molto elevate.

Un'ultima nota: dalle ns. ricerche risulta che oggi la vitamina B12 utilizzata in integratori o prodotti alimentari arricchiti è quasi sempre di origine sintetica e pertanto si può essere ragionevolmente tranquilli sulla compatibilità di prodotti fortificati, anche se non inclusi in questa lista, con l'alimentazione vegana e vegetariana.

(Continua con una tabella su http://www.scienzavegetariana.it/nutriz ... tiB12.html)

La B12 in gravidanza, allattamento, infanzia.

Per quanto riguarda l'integrazione di B12 nell'infanzia, essa è necessaria in caso di adozione di una dieta vegan e vegetariana con pochi alimenti animali indiretti. Il dosaggio varia a seconda dell'età e la modalità di assunzione può passare attraverso gli alimenti fortificati o le pastiglie, che sembrano comunque essere più sicure.

Finchè l'allattamento al seno o l'assunzione di latte adattato è esclusivo, in genere non c'è bisogno di integrare la vitamina B12 nel lattante a patto che le scorte materne siano valide o il latte artificiale sia adeguatamente integrato.

Quando la componente lattea dell'alimentazione viene gradatamente meno per lasciare posto a cibi solidi vegetali, anche l'assunzione di B12 si riduce e deve essere quindi integrata pena incorrere in carenze.

Il fabbisogno quotidiano di vit B12 varia in base alla fascia d'età:

- 0.5 mcg fra i 6 e i 12 mesi
- 0.7 mcg fra 1 e 3 anni
- 1 mcg fra i 4 e i 6 anni
- 1.4 mcg fra i 7 e i 10 anni
- 2 mcg dai 10 anni in poi


Qualora l'alimentazione si basi prevalentemente su cibi vegetali (il consumo saltuario di latte, uova, formaggi non è garanzia di sicurezza) il giusto apporto di vitamina B12 viene fornito da integratori farmaceutici specifici o da cibi supplementati presenti in commercio.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1709.html)

La dose di B12 in gravidanza e allattamento è un po' più elevata di quella dell'adulto, cioè 4 porzioni al giorno, pari a 4 mcg da assumere in più riprese durante la giornata.

Una porzione di B12 equivale, dal cibo, a
* 250 mL di latte di soia fortificato
* 30 g di cereali fortificati per la colazione.
Tuttavia assumere la B12 da cibi fortificati può essere complicato in quanto richiede un monitoraggio costante delle entrate.

La preparazione da 100 mcg si presta male al mantenimento, perché è una dose troppo elevata da assumere quotidianamente, e non si sa bene quanta ne venga di fatto assorbita per poter stabilire la frequenza di assunzione nell'arco della settimana, in quanto le linee guida danno indicazioni solo su 2 dosaggi, i 10 mcg e i 2000 mcg.

Infatti la pastiglia da 10 mcg è in grado di fornire i 3 mcg al giorno necessari all'adulto, mentre quella da 2000 riesce a fornire egualmente circa 20 mcg la settimana (l'assorbimento si riduce man mano che aumenta la dose e si riduce la frequenza di assunzione).

Le consiglio di finire la confezione da 100, magari assumendola a dì alterni (sempre supposto che non sia in carenza, mi auguro abbia fatto un controllo dello stato della B12), dopodiché passare alla formulazione da 2000 mcg sublinguale che, finché sarà in gravidanza e allattamento, le consiglio di assumere 2 vv la settimana.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1175.html)

Per lei che allatta raccomandiamo 1 capsula sublinguale da 1000 mcg 3 volte la settimana. Per gli altri membri della famiglia, può essere utile una dose di 1000 mcg 1-2 volte la settimana (dipende dalla quantità dei cibi animali assunti e dal fabbisogno individuale): sarebbe in questo senso utile, alla prima occasione, che vi faceste fare un dosaggio di B12, folati e omocisteina, oltre a emocromo.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1537.html)

La possibilità di sciogliere o diluire la B12 nella pappa dipende dalla formulazione farmaceutica della stessa (compresse, tavolette, capsule, sciroppo...). Prima di modificare lo stato nel quale viene venduta bisogna accertarsi che sia possibile (non lo è nel caso di compresse a lento rilascio, sublinguali o gastroprotette). Se si tratta di tavolette (es. Floradix) o compresse tradizionali (es. Solgar) le può dividere secondo il dosaggio necessario, frantumare e mescolare nella pappa.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1751.html)

In gravidanza viene consigliata l'integrazione di acido folico.

Gli integratori possono essere assunti entrambi, per la B12 va bene l'assunzione settimanale di 2000 mcg, sublinguale, mentre per l'acido folico l'assunzione è orale e giornaliera. Meglio, come tutti i farmaci, assumerli in momenti separati.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1095.html)

Presunte fonti vegetali di vitamina B12.

Vitamina B12 (Cianocobalamina): cereali, latte di soia e altri derivati della soia ma solo se arricchiti. Non è al momento dimostrato che le alghe contengano la forma di vitamina biologicamente attiva nell'uomo.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... index.html)

Come enfatizzato nella recente Information Sheet sulla B12, è stato appurato che la Spirulina e la Nori secca sono fonti inadeguate di B12, sulla base di indagini di laboratorio condotte sull’uomo.
Non è stato ancora definitivamente dimostrato che le Alghe del lago Klamath siano inadeguate, ma non è nemmeno stato provato che: contengano una quantità sufficiente di vera B12 e un rapporto tra vera B12 ed analoghi di B12 adeguato a renderla una fonte di B12 potenzialmente utile, oppure possano prevenire o correggere le eventuali carenze di B12 (valutate con un metodo affidabile come il dosaggio urinario del MMA).

(da http://www.scienzavegetariana.it/nutriz ... amath.html)

Esiste uno studio di integrazione con l'alga ma effettuato su soggetti non vegani, che dava buoni risultati. SSNV ha in corso una collaborazione con l'università di Urbino per valutare l'effetto della supplementazione con klamath sullo stato della B12 nei vegani. Lo studio è ancora in corso e i risultati preliminari non possono ancora essere divulgati.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1076.html)

È stato dimostrato che la spirulina non è una fonte affidabile di B12. Le uniche fonti affidabili sono gli integratori a base di B12 ottenuta da sintesi batterica o chimica, a base di cianocobalamina.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1122.html)

Sappiamo che la Clorella è una delle pochissime alghe che contiene vitamina B12 attiva, il problema è che non può essere al momento considerata affidabile per l'integrazione di B12, perché il contenuto in B12 di queste alghe (e dei preparati che ne vengono ricavati) è estremamente variabile, come tutti i principi attivi contenuti in genere nei fitofarmaci (a cui questo può essere assimilato)

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1369.html)

La vitamina B12 nella dieta vegetariana.

Nella pappa reale:
Potrebbe contenere degli analoghi della B12 inattivi dal punto di vista biologico. Un altro problema e' che probabilmente le dosi contenute, anche se si tratta di vitamina attiva, sono inferiori alla dose raccomandata (RDA).

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... ta017.html)

Nel latte:
L'RDA (dose giornaliera raccomandata) di Vitamina B12, per un adulto in condizioni normali, è di circa 2.5 microgrammi. 1 porzione di 1 tazza (cup), che corrisponde a 240 cc, contiene rispettivamente 0.87 e 0.93 microgrammi di B12 nel latte intero e nel latte scremato. La RDA di Vitamina B12 viene quindi raggiunta con l'assunzione di circa 700 cc di latte intero e 650 cc di latte scremato, NON addizionato di B12.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... ta124.html)

Nello yogurt:
La quantità di yogurt necessaria per soddisfare il fabbisogno quotidiano di B12 è di almeno 1 litro al giorno.
Ciò significa l'assunzione di circa 39 grammi di lipidi, dei quali più del 50% è costituito da grassi saturi e colesterolo, 38 grammi di proteine animali, 660 Kcalorie e 0 grammi di fibre.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... ta462.html)

Nelle uova:
Per rispettare il fabbisogno di B12 solo con le uova, dovrebbe assumerne minimo 4 al dì, dal momento che il contenuto medio di B12 di un uovo è 0.5 mcg, mentre la dose giornaliera raccomandata è almeno 2 mcg), cosa che le sconsiglio vivamente di fare!

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... ta504.html)

Altri dati:
Premesso che la RDA (dose giornaliera raccomandata) di Vitamina B12, per un adulto in condizioni normali, è di circa 2.5 microgrammi.
-250 cc di latte intero contengono rispettivamente 0.87 microgrammi di B12 e il latte scremato ne contiene e 0.93 mcg. La RDA di Vitamina B12 viene quindi raggiunta con l'assunzione di circa 700 cc di latte intero e 650 cc di latte scremato, NON addizionato di B12.
-28 g di formaggio cottage contengono circa 0.23 mcg di vitamina B12, quindi la RDA viene raggiunta con circa 300 g di formaggio.
Non ho i dati per lo yogurt, ma credo che la situazione sia la stessa, e cioè che servano enormi quantità di latticini per fornire la quantità minima di B12.

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1110.html)

Quantità di B12 presente nei seguenti alimenti:
> n.1 uovo
0.5 mcg
> 100gr di latte di mucca
0.35
> 100 gr di yogurt
0.25
> 100gr di formaggio con latte vaccino/ovino
0.8 mcg
> 100gr di carne rossa /bianca
3-3.5 mcg
> 100gr di pesce/crostacei
dato mancante

(da http://www.scienzavegetariana.it/medici ... ta463.html)

Esami da eseguire relativamente al controllo della vitamina B12.

LIVELLI DI VITAMINA B12 (pg/dl)
Nel siero, espressi in pg/ml.

Come già riportato altrove in questo sito, tale Vitamina non può essere sintetizzata dall'organismo umano e deve essere necessariamante introdotta con la dieta dagli alimenti di origine animale o da idonei supplementi.

Due sono le forme metabolicamente attive di questa Vitamina, la Metilcobalamina e la Adenosilcobalamina. La Cianocobalamina, usata in terapia, è la forma più stabile della Vitamina ma deve essere convertita dall'organismo nelle altre due forme biologicamente attive.

L'assorbimento della Vitamina B12 necessita delle presenza del Fattore Intrinseco: solo grazie al legame con questo composto, prodotto da particolari cellule della parete gastrica, la Vitamina può essere assorbita dall'organismo. La Vitamina B12 assorbita, dal sangue passa ai tessuti. L'Anemia Perniciosa propriamente detta è quella che compare in condizione di assente capacità di produrre Fattore Intrinseco da parte della mucosa gastrica.

I depositi di Vitamina B12 sono quantificabili in 2 mg a livello epatico ed altri 2 mg in altri organi. Poichè il fabbisogno giornaliero è di 2.5 microgrammi, è necessario un periodo variabile tra i 3 ed i 6 anni perchè un individuo normale manifesti carenza di Vitamina B12, dopo che l'assorbimento sia bruscamente cessato.

La Metilcobalamina è cofattore indispensabile per convertire la Omocisteina a Metionina. Se questa reazione viene impedita, il metabolismo dei Folati risulta alterato e probabilmente è la causa del difetto di sintesi del DNA. Si svilupperebbe infatti una riduzione dei depositi di Folati, in presenza di livelli sierici di Folati praticamente normali. Questo spiega anche perchè elevate dosi di Folati possano indurre (e quindi mascherare) una parziale remissione ematologica in pazienti con carenza di Vitamina B12 (rendendo l'esame dell'emocromo un parametro non affidabile nei vegetariani-vegani, che assumono elevate dosi di Folati con la dieta).

La ridotta conversione di Omocisteina in Metionina, oltre a provocare un aumento dei livelli di Omocisteina (vedi poi) puo' essere responsabile delle complicanze neurologiche della carenza di B12, per compromissione della sintesi di Colina e di Mielina, secondaria alla ridotta produzione di Metionina.

LIVELLI PLASMATICI ED ERITROCITARI DI FOLATI (ng/ml)

L'acido Folico è presente soprattutto in frutta e verdura, e quindi non si tratta di un parametro alterato in difetto ma semmai in eccesso nei vegetariani-vegani: quest'alterazione in eccesso, spesso segnalata automaticamente nel referto, non ha significato patologico. I depositi di Folati, nelle diverse sedi, sono di circa 5-20 mg: tenendo conto che il fabbisogno giornaliero è di 50 µg circa, che aumenta anche di molto in alcune situazioni, prima tra tutte la gravidanza, una carenza di Folati si sviluppa (al contrario di quella da B12) entro pochi mesi dalla riduzione dell'apporto dietetico. Come ripeto, il problema non colpisce chi assume elevate quantità di frutta e verdura, ma ho comunque ritenuto utile segnalarlo, per una più completa rassegna sull'argomento. Ricordo inoltre che in presenza di deficit di Vitamina B12, anche i depositi tissutali di Folati possono ridursi, nonostante normali livelli plasmatici.

Nell'ANEMIA MEGALOBLASTICA il disordine metabolico alla base è la sintesi difettosa del DNA, che è indispensabile per la replicazione cellulare: le cellule coinvolte sono quelle appartenenti ai tessuti a rapido turnover, quindi principalmente cellule che daranno origine ai Globuli Rossi, e cellule dell'epitelio gastrointestinale. La divisione delle cellule (e quindi la produzione di nuove cellule) è rallentata, mentre lo sviluppo citoplasmatico progredisce normalmente e le cellule tendono quindi ad essere megaloblastiche, cioè più grandi del normale. La maggior parte delle Anemie megaloblastiche è dovuta a carenza di B12 o Folati.

LIVELLI PLASMATICI DI OMOCISTEINA
(non eseguita in tutti i laboratori)

La trasformazione dell'Omocisteina in Metionina (aminoacidio essenziale per il nostro organismo) è compromessa da carenza di B12, B6 e Folati ed è causa di aumento dei livelli ematici di Omocisteina. La quantità di Omocisteina nel plasma (e nelle urine) dipende dall'equilibrio tra la sua produzione ed il suo consumo. L'accumulo di Omocisteina e dei suoi derivati ha un indiscusso effetto favorente lo sviluppo di lesioni vascolari di tipo arteriosclerotico, e l'iperomocisteinemia è un fattore di rischio per patologia vascolare di recente riconosciuto dalla letteratura medica intenazionale.

(da http://www.scienzavegetariana.it/nutrizione/esami.html)

Perchè 3 esami per monitorare i livelli di una semplice vitamina?
Come ha correttamente riportato seitanterzo, non basta fare semplicemente l'esame della vitamina B12. E' inutile e non indicativo. Stimare i livelli reali di b12 nel sangue non è affatto facile, e bisogna tener conto di diversi valori.


Il solo esame della vitamina B12 non distingue tra le forme attiva di b12 e quelle inattive. Perciò se si consumano spesso cibi come le alghe le analisi possono dire che i livelli di b12 sono alti, mentre in realtà sono state misurate principalmente le forme inattive di b12. Queste ultime inoltre interferiscono con l'assorbimento della vitamina B12 attiva, peggiorando il tutto.
Molte persone credono di avere livelli sufficienti di b12 consumando cibi biologici, alghe, cibi fermentati o altri particolari, e questo spiega il motivo. Fare dunque attenzione a queste voci.

Per sapere se i livelli di b12 sono buoni, bisogna tener conto di vari elementi: b12, B6 o folati, omocisteina. Chiariamo il perchè.
Livelli alti di omocisteina sono associati ad una più elevata mortalità dovuta a varie malattie, come quele cardiovascolari, infarto, alzheimer. Che c'entra l'omocisteina con la b12?
C'entra perchè la b12 serve per convertire parte della omocisteina in un aminoacido essenziale, la metionina, quindi se abbiamo poca b12 l'omocisteina resta tutta in circolo e non viene convertita. L'esame dell'omocisteina può darci quindi un'ottima informazione indiretta sui livelli di b12.
E i folati cosa c'entrano? Anch'essi regolano il livello di omocisteina.
I folati sono solitamente abbondanti nelle diete vegetariane, quindi se ci sono livelli di folati normali/alti e anche omocisteina alta molto probabilmente è la b12 ad essere bassa.
Per questo motivo vanno effettuati tutti e 3 i test per stabilire con certezza se si è in presenza di una carenza o meno.

C'è un altro molto efficace esame per misurare i livelli di b12. Si chiama Acido Metilmalonico, ed è una sostanza i cui livelli aumentano quando c'è carenza di b12. Ed è legato direttamente alla b12 che funge da coenzima necessario al suo metabolismo, quindi è da molti considerato l'esame più preciso per sapere se i livelli di b12 sono adeguati. Va chiesto al medico se il laboratorio d'analisi è in grado di fare questo test.

***

I sintomi più comuni da carenza di b12: smarrimento e perdita del senso di posizione, difficoltà a mantenere l'equilibrio quando si cammina, debolezza ed eccessiva stanchezza, una serie di problemi psichiatrici tra cui disorientamento, depressione, disturbi dell'umore, irritabilità, perdita di memoria e demenza.
L'anemia legata ad una carenza di b12 è quella di tipo macrocitica.

(da http://www.scienzavegetariana.it/forum/ ... c.php?p=42)

La carenza di B12 negli onnivori.

Il problema della carenza di vitamina B12 coinvolga sempre più la popolazione generale, non solo chi ha eliminato i cibi animali dalla propria dieta.

Nel numero dell'ottobre 2007 della rivista scientifica "Nutritional Review", è stato pubblicato un articolo intitolato "Se elevate assunzioni di acido folico peggiorano la carenza di vitamina B12, cosa si può fare?", il quale sottolinea come il problema della carenza di vitamina B12 coinvolga sempre più la popolazione generale, soprattutto anziana. La carenza di questa vitamina, erroneamente (o fraudolentemente) riferita come problema esclusivo di chi ha eliminato i cibi animali dalla propria dieta, è ormai incontrovertibilmente riconosciuta svilupparsi anche in molte persone carnivore che non riescono ad assorbire la vitamina legata al cibo. In queste persone, quindi, solo l'assunzione di integratori in forma cristallina può permettere l'assorbimento della vitamina e salvaguardare lo stato della B12 dell'organismo.

Le ultime Linee Guida americane riconoscono come gruppi a rischio di carenza tutte le persone oltre i 50 anni, indipendentemente dal tipo di dieta, e raccomandano a questo gruppo di popolazione la regolare assunzione di integratori. In USA è inoltre in atto un'estesa campagna di integrazione dei cibi con acido folico, ma questo articolo evidenzia come l'integrazione con acido folico possa addirittura essere dannosa nei soggetti in carenza di vitamina B12, e suggerisce come strategie di salute pubblica dovrebbero considerare gli effetti negativi di un'integrazione a pioggia di acido folico, data la presenza di fette di popolazione generale in carenza di B12.

(da http://www.scienzavegetariana.it/news_dett.php?id=437)
Usare il search è cosa buona e giusta! :D Vieni a sbirciare nel mio blog? :)

Immagine "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." (C. P. Estes) Immagine
Avatar utente
Vera
utente senior
 
Msg.: 10393
Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
Località: Provincia di Napoli

- domenica 13 aprile 2008, 12:59 da Vera
Ecco qua, è lunghissimo, è palloso (ma spero non troppo), ci ho lavorato per 4 ore e quindi se qualcuno apre un altro thread sulla B12, lo scortico vivo, lo trito e lo do da mangiare a Tarty.

Se avete cose da chiedere, ovviamente, fatelo, non vi mangio; anzi se escono altre informazioni le integro nel thread; però non aprite altre discussioni, per favore.

Verdurina, spero che la parte su "B12 nei prodotti animali indiretti" risponda efficacemente ai tuoi dubbi.
Usare il search è cosa buona e giusta! :D Vieni a sbirciare nel mio blog? :)

Immagine "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." (C. P. Estes) Immagine
Avatar utente
Vera
utente senior
 
Msg.: 10393
Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
Località: Provincia di Napoli

- domenica 13 aprile 2008, 13:18 da barbara3
Vera, quand'è che scrivi un libro? :wink:
Avatar utente
barbara3
junior
 
Msg.: 75
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2008, 17:48

- domenica 13 aprile 2008, 13:28 da manuel
Vera ha scritto:se qualcuno apre un altro thread sulla B12, lo scortico vivo, lo trito e lo do da mangiare a Tarty.


oppure lo mandi a casa mia a pezzetti e te lo omegeneizzo con la champion juicer! sicuro che tarty apprezza di più, e digerisce meglio! :D
xo xo, creepy, kooky, spooky, ooky,

Immagine

"acid as the yogurt, cold as a corpse"
Avatar utente
manuel
utente senior
 
Msg.: 2375
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 15:43
Località: north africa

- domenica 13 aprile 2008, 15:01 da Vera
barbara3 ha scritto:Vera, quand'è che scrivi un libro? :wink:

Quando avrò qualcosa di personale da dire, lo farò. :D

Potrebbe essere prima di quanto pensiate, eh. :wink: :oops:

Manuel, questa estate vengo in Sicilia e ti vengo a trovare, così mi fai vedere tutti i tuoi favolosi attrezzi da cucina. :)
Usare il search è cosa buona e giusta! :D Vieni a sbirciare nel mio blog? :)

Immagine "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." (C. P. Estes) Immagine
Avatar utente
Vera
utente senior
 
Msg.: 10393
Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
Località: Provincia di Napoli

grazie - domenica 13 aprile 2008, 16:23 da evelyn73
che gran bel lavoro !
grazie Vera!
ciao
Avatar utente
evelyn73
Moderatrice
 
Msg.: 2029
Iscritto il: sabato 8 dicembre 2007, 10:25
Località: provincia di trento

- domenica 13 aprile 2008, 16:24 da Fenice
Poi non vi ho aggiornato, ma sono riuscita a farmi ordinare dalla farmacista l'integratore di b12 della longlife...han telefonato diverse volte ai fornitori e finalmente l'han trovato, domani vado a prenderlo. :)
rinascere ogni giorno per vivere davvero.
Avatar utente
Fenice
utente senior
 
Msg.: 3835
Iscritto il: lunedì 11 febbraio 2008, 20:08
Località: Treviso, ora in Sicilia

- domenica 13 aprile 2008, 17:40 da Vera
Ottima notizia! :wink:
Usare il search è cosa buona e giusta! :D Vieni a sbirciare nel mio blog? :)

Immagine "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." (C. P. Estes) Immagine
Avatar utente
Vera
utente senior
 
Msg.: 10393
Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
Località: Provincia di Napoli

- domenica 13 aprile 2008, 22:20 da verdurina
Ottimo lavoro Vera!! sono quasi convinta a prenderla...solo che non ho capito una cosa:perchè l'AVI su http://www.vegetariani.it/ sostiene che i vegetariani non ne hanno bisogno e che l'assunzione della B12 è necessaria solo per i vegani? bhaaaaa questo mi crea molta confusione :roll:
Avatar utente
verdurina
utente senior
 
Msg.: 257
Iscritto il: venerdì 28 marzo 2008, 22:16
Località: Provincia di Caserta

- domenica 13 aprile 2008, 23:38 da Vera
E chiedilo a loro. :wink:

Forse perché consumano 6 uova al giorno o 650 ml di latte quotidianamente? :)
Usare il search è cosa buona e giusta! :D Vieni a sbirciare nel mio blog? :)

Immagine "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." (C. P. Estes) Immagine
Avatar utente
Vera
utente senior
 
Msg.: 10393
Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
Località: Provincia di Napoli

- lunedì 14 aprile 2008, 9:13 da verdurina
Vera ha scritto:E chiedilo a loro. :wink:

Forse perché consumano 6 uova al giorno o 650 ml di latte quotidianamente? :)

A sostenere quello che ti dico è lo stesso Marco Lorenzi che hai citato in uno degli articoli che hai inserito, i pareri discordanti mi creano non poca confusione. Anche se preferisco prenderla piuttosto che rischiare(tanto anche se assunta quando non è necessario,non dovrebbe esserci alcun effetto collaterale,vero?)
Grazie comunque!
:)
Avatar utente
verdurina
utente senior
 
Msg.: 257
Iscritto il: venerdì 28 marzo 2008, 22:16
Località: Provincia di Caserta

- martedì 15 aprile 2008, 0:53 da Dubi
Vera scusami visto che sono vegetariana fresca-fresca, da gennaio volevo chiederti..quanto costano all'incirca queste confezioni di B12?Quanto durano?Perché vorrei informarmi io..che già le paranoie a casa sono tante..se mi mettoa chiedere anche questa cosa a mia madre, non la finiamo più! Grazie :D
Avatar utente
Dubi
utente senior
 
Msg.: 317
Iscritto il: martedì 1 aprile 2008, 1:33
Località: Bari

- martedì 15 aprile 2008, 8:11 da Vera
Allora, a parte che di Marco Lorenzi ho inserito un articolo che elenca i prodotti addizionati di Vitamina B12 disponibili in Italia, quindi non c'è nulla di suo in merito al dover o non dover integrare la B12... ti ripeto che dovresti chiederlo a lui e non a me, e ti ripeto anche che effettivamente un vegetariano che beva quella quantità di latte o mangi quella quantità di uova che ho scritto sopra non dovrebbe avere carenze.

Mi spiace se ti si sta creando confusione, ma non posso darti interpretazioni certe di pensieri che non siano i miei.

Prima di assumere la B12 è bene fare un controllo, gli esami necessari sono scritti sopra, per sapere se effettivamente ce n'è bisogno e quanta bisogna assumerne, stabilendo così la "posologia"...

Dubi ha scritto:Vera scusami visto che sono vegetariana fresca-fresca, da gennaio volevo chiederti..quanto costano all'incirca queste confezioni di B12?Quanto durano?Perché vorrei informarmi io..che già le paranoie a casa sono tante..se mi mettoa chiedere anche questa cosa a mia madre, non la finiamo più! Grazie :D



Se invece volete andare direttamente al sodo... pare che la maggior parte degli utenti di Forum etici scelga come integratore Long Life B12 della Phoenix, pastiglie sublinguali da 2000 mcg, particolarmente adatte nei casi di carenza (assunte tutti i giorni) ma ottime per il mantenimento nella dose di una compressa alla settimana. Costano circa 17 euro, le pastiglie sono 100 e quindi durano due anni (non fanno in tempo a scadere, però).

Ora faccio una ricerca per cercare di capire il prezzo degli altri.
Usare il search è cosa buona e giusta! :D Vieni a sbirciare nel mio blog? :)

Immagine "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." (C. P. Estes) Immagine
Avatar utente
Vera
utente senior
 
Msg.: 10393
Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
Località: Provincia di Napoli

- martedì 15 aprile 2008, 8:16 da Vera
Marco Lorenzi ha scritto:La vitamina B12 nel nostro corpo ha diverse funzioni legate alla divisione cellulare ed è l'unica vitamina generalmente carente in una dieta vegana pur essendone necessaria una quantità bassissima (1-2 microgrammi al giorno). Le fonti di questa vitamina sono solo animali (i vegetali ne possono contenere delle tracce, in genere non sufficienti): gli onnivori e i vegetariani che includono uova e/o latte non hanno problemi.

Marco Lorenzi mi perdonerà, ma questa frase, detta così, non significa niente.
Se uno è vegetariano perché mangia un uovo al mese (e lo chiamiamo vegetariano, a tutti gli effetti, non vegano), la carenza gli viene eccome.
Il latte e le uova contengono una certa quantità di B12 ed è sulla base di quella quantità (che, ripeto, ho scritto sopra) che bisognerebbe regolare l'assunzione di quei prodotti... ma... 6 uova al giorno o 650 ml di latte quotidianamente non li consiglierei a nessuno.
Usare il search è cosa buona e giusta! :D Vieni a sbirciare nel mio blog? :)

Immagine "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." (C. P. Estes) Immagine
Avatar utente
Vera
utente senior
 
Msg.: 10393
Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
Località: Provincia di Napoli

- martedì 15 aprile 2008, 8:25 da Vera
I prezzi li ho trovati on line, alcuni su siti stranieri, penso siano abbastanza affidabili, ma sicuramente gli integratori solgar e phoenix si trovano più facilmente di altri.

Solgar Vita B12 100 100 mcg € 14,20
Solgar B-12 1000mcg Nuggets 100 capsule 1000 mcg €11.60
Solgar B-12 1000mcg Nuggets 250 capsule 1000 mcg €23.70
Nature's Plus Shot-O-B12 5000 mcg (per spruzzata) 13,86
Phoenix Long Life B12 2000 mcg €17.90
Stur-Dee Cod. 803 - Vitamina B12 500 mcg ???
Nature's Plus Vitamin B12 1000 1000 mcg 8,80
NatureMost Laboratories Inc. B-12 500 mcg (ref. 2100-V) 500 mcg Pastiglie ???
Usare il search è cosa buona e giusta! :D Vieni a sbirciare nel mio blog? :)

Immagine "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." (C. P. Estes) Immagine
Avatar utente
Vera
utente senior
 
Msg.: 10393
Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
Località: Provincia di Napoli

Prossimo

Torna a Vegetarismo e veganismo

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Bing [Bot] e 9 ospiti
cron