Problemi con l'alimentazione, difficoltà,dimagrimento..

Nutrizione, ricette, riflessioni e tutto ciò che riguarda la vita senza derivati animali

Moderatore: lallabel

Salve, volevo chiedere alcune informazioni importanti. Dato che mi sono informata sulla vitamina B12 e letto pareri uno più diverso dall'altro per cui non so chi dice veramente il vero e chi il falso.... Volevo fare alcune domande generali.

La vitamina B12 a cosa serve precisamente, è essenziale per l'organismo?
La vitamina B12 si può trovare anche nei vegetali? Se si, quali di preciso?
Ha lo stesso valore di quella animale?


Cosa può comportare un valore basso di vitamina B12? Ho letto che fa venire gravi insufficienze gastrointestinali.
Per favore, niente trattati infiniti, ma spiegazioni personali(professionali ovviamente), che sono più semplici e diretti.

Sto tentanto una dieta vegetariana da un bel pò di tempo escludendo la carne e il latte(& co)
Solo che mi sento decisamente più debole del solito,non so mai cosa cucinare,non posso certo campare sempre a pasta e verdure. E' come se mi mancasse qualcosa, infatti inserisco le uova per non essere drastica e mi sento meglio in forze.
Fatto sta che da quando sto iniziando la dieta di inclinazione indubbiamente vegana,visto che non mangio più prodotti che contengono latte(torte,merende,yogurt,formaggi,etc...) è come se un piatto di fagioli e pane non mi bastasse.
Necessito di molte calorie e con questa dieta sono pure dimagrita,cosa che non dovrebbe affatto succedere.
Le verdure, per quanto preziose risorse di vitamine, non sono caloriche.

Che mi consigliate? Per quanto riguarda la cucina sono estremamente pratica e veloce,non ho tempo per fare pietanze elaborate né cercare una serie infinita di combinazioni ed ingredienti,non sono il tipo che perde tempo.

Poi La spesa è diventata una stranezza, fatto sta che con poche cose spendo veramente tanto, del tipo barattoli di fagioli,mais, piselli... e tutte le verdure simili. Non so mai cosa prendere. Il latte vegetale costa decisamente più di quello normale eppure leggo spesso che con la dieta senza origini animali si spende meno,a me è parso il contrario.

Qualcuno ha avuto il mio problema? Grazie :-(
OcchiViola
junior
 
Msg.: 6
Iscritto il: martedì 7 agosto 2012, 22:39

OcchiViola ha scritto:Salve, volevo chiedere alcune informazioni importanti. Dato che mi sono informata sulla vitamina B12 e letto pareri uno più diverso dall'altro per cui non so chi dice veramente il vero e chi il falso.... Volevo fare alcune domande generali.
Vedi anche la risposta nell'altro tuo thread
La vitamina B12 a cosa serve precisamente, è essenziale per l'organismo?

La vitamina B12 si può trovare anche nei vegetali? Se si, quali di preciso?
no

Cosa può comportare un valore basso di vitamina B12? Ho letto che fa venire gravi insufficienze gastrointestinali.
Per favore, niente trattati infiniti, ma spiegazioni personali(professionali ovviamente), che sono più semplici e diretti.

più che altro sono problemi a livello neurologico.
leggi qui: http://www.scienzavegetariana.it/medici/B12sheet.html
comunque di certo la carenza non si manifesta in pochi giorni o settimane. La tua debolezza di certo non è dovuta a quello. Non sarà che ti stai facendo un po' suggestionare? ;-)
comunque non posso credere che una dieta con legumi, cerali, frutta secca e a guscio, frutta e verdura non possa soddisfare qualsiasi fabbisogno calorico.

Poi La spesa è diventata una stranezza, fatto sta che con poche cose spendo veramente tanto, del tipo barattoli di fagioli,mais, piselli... e tutte le verdure simili. Non so mai cosa prendere. Il latte vegetale costa decisamente più di quello normale eppure leggo spesso che con la dieta senza origini animali si spende meno,a me è parso il contrario.

Mi spiace contraddirti, ma una dieta vegan può essere molto economica. Ovviamente dipende da cosa compri e dove.
I legumi comprali secchi: sono più sani e costano meno. I barattoli usali solo per le emergenze.
se vuoi risparmiare, non comprare abitualmente cibi lavorati come tofu e seitan, o peggio ancora piatti pronti.
Frutta e verdura ho notato che costano perfino di più al supermercato rispetto al mercatino del biologico a km zero... Bisogna stare attenti ai prezzi e comprare dove conviene di più.
Latte vegetale: tanti parlano del latte di soia dell'Eurospin che costa pochissimo. Io non l'ho mai provato perchè non lo uso. A parte il fatto che se ne può fare a meno o farseli in casa, io mi trovo bene con il latte di riso della Coop e dell'Iper. costa 1,95 €, ma aspetto che sia in offerta per fare scorta. Poi tieni conto che l'incidenza dell'iva è molto alta.
paola81
junior
 
Msg.: 110
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2008, 17:02

paola81 ha scritto:Latte vegetale [...] Poi tieni conto che l'incidenza dell'iva è molto alta.

Nel senso che alle bevande vegetali, impropriamente chiamate "latte", viene applicata l'IVA al 21%, mentre il latte di mucca gode dell'IVA agevolata al 4%.

M.
marcom
junior
 
Msg.: 98
Iscritto il: mercoledì 8 settembre 2010, 1:02
Località: Riserva Naturale "Valli del Mincio", Mantova

OcchiViola ha scritto: non posso certo campare sempre a pasta e verdure. E' come se mi mancasse qualcosa


Ciao Occhiviola, benvenuta :happyq:

Pasta e verdure? Se la tua almentazione si riduce a questo c'è qualcosa che non va. Qualunque sia la dieta che si sceglie di seguire, è fondamentale variare il più possibile gli alimenti e pianificare correttamente i propri pasti, e questo vale anche per gli onnivori, la cui alimentazione a parer mio è ben più monotona della nostra, e infatti non sono esenti da carenze.
Gli onnivori prendono integratori per il colesterolo, la pressione, le unghie e decine di altri problemi, ma va tutto bene, sono salutisti! I vegani integrano solo, e dico solo, la b12, e tutti a puntare il dito contro la dieta squilibrata. Forse sembro polemica, ma non è mia intenzione, sono solo considerazioni che faccio qui insieme a te.

Condivido in pieno quello che ha scritto Paola, aggiungo solo che per nutrirsi è importante considerare il valore qualitativo, oltre che quantitativo, degli alimenti, con particolare riferimento alla loro energia vitale. I cibi in scatola di cui parli, così come il resto degli alimenti industriali, sono alimenti morti che forse possono saziare ma di sicuro non nutrono. E' normale che non diano energia. I cereali in chicco, così come la farina appena macinata, contengono l’energia del seme, a differenza della pasta, che ha perso gran parte dell’energia del cereale con cui è prodotta. Ecco perché è importantissimo variare, dando la preferenza dove possibile ai cibi freschi, integrali, di agricoltura biologica e biodinamica, ai germogli, ai semi oleosi, alle bevande di cereali o di frutta secca fatte in casa. All'inizio forse può sembrare complicato, ma ti assicuro che non lo è. Dipende anche da quanto è forte la tua motivazione.

Dici che non ti piace perder tempo, ma prepararsi i pasti con cura e attenzione non è una perdita di tempo, è semplicemente un gesto di amore e di rispetto verso noi stessi e i nostri cari. In fondo essere vegani è uno stile di vita, non significa solo evitare i cibi di derivazione animale ma cercare di avere il minimo impatto possibile sull'ambiente, ecco perché la maggior parte dei vegani autoproduce e ricicla quello che può, e di qui la drastica riduzione dei costi.

Spero davvero che nonostante le difficoltà iniziali proseguirai il percorso che hai iniziato, i condizionamenti esterni sono tanti ma se si è realmente motivati le gratificazioni non mancano. :mukka:
"Quello che facciamo è soltanto una goccia nell'oceano, ma se non ci fosse quella goccia all'oceano mancherebbe"

Immagine
Avatar utente
vegabry
junior
 
Msg.: 183
Iscritto il: martedì 6 aprile 2010, 16:56
Località: Dalle parti di Bologna

ciao occhiviola, voglio rispondere al tuo messaggio perchè anch'io ho avuto difficoltà quando sono diventata vegetariana; ora va alla grande, grazie anche ai consigli di forum etici...
inizialmente anch'io ho avuto perdita di capelli ma pare che sia un fatto psicologico, ma dimagrimento proprio no.

OcchiViola ha scritto:Che mi consigliate? Per quanto riguarda la cucina sono estremamente pratica e veloce,non ho tempo per fare pietanze elaborate né cercare una serie infinita di combinazioni ed ingredienti,non sono il tipo che perde tempo.

anch'io sono veloce, più che altro non ho molto tempo... ho cominciato a ricercare ricette vegan e vegetariane su siti come vegan3000, cotto al vapore e ce ne sono tantissimi altri, le ricette vanno dall'antipasto al dolce e ho cominciato a sperimentare... ogni giorno preparo una nuova ricetta. gradualmente ho inserito sempre più i cereali integrali al posto della pasta(anche se la mangio ancora), non mi faccio mancare legumi, frutta secca, semi oleosi (girasole e zucca), e tanta verdura, autoproduco yogurt di soia ( che mi costano meno di quelli di latte vaccino),latte di mandorle e qualche volta setain e formaggio vegetale,biscotti, marmellate e creme spalmabili. il latte lo compro dall'eurospin e non costa tantissimo anche se io non lo bevo ( sono per mia figlia e il maritino)ti confesso che all'inizio un pò di difficoltà l'ho avuta per il gusto dei dolci(che ovviamente faccio in casa soprattutto muffins) visto che ho ridotto lo zucchero di canna e uso più spesso malto di riso... ma adesso trovo nauseante il gusto dei dolci che mangiavo prima.
Spendo meno di quanto spendevo prima ( carne e pesce si che costano un'occhio) pur comprando cereali e semi biologici.
spero che continuerai il tuo percorso.
ciao fiammetta
fiammetta
junior
 
Msg.: 40
Iscritto il: domenica 19 febbraio 2012, 22:42

ma guarda,,io sono vegano,,,problemi non ne ho...ne avevo con gli omega,,ma usando olio di lino ho risolto,,,sono donatore avis e le analisi son perfette,,,,,solo un po di coleserolo buono basso ma con l'olio di lino dovrei alzarlo...x il resto ho ritrovato il peso forma(ho quasi)sono alto 185cm x 86kg e la mia dieta varia da tutta la frutta e verdura,,a cibi di tofu,seitan,soia ecc..pasta riso ...
Avatar utente
lele73
junior
 
Msg.: 12
Iscritto il: sabato 28 luglio 2012, 15:01

OcchiViola ha scritto:Solo che mi sento decisamente più debole del solito
non so mai cosa cucinare,non posso certo campare sempre a pasta e verdure.

Che mi consigliate? Per quanto riguarda la cucina sono estremamente pratica e veloce,non ho tempo per fare pietanze elaborate né cercare una serie infinita di combinazioni ed ingredienti,non sono il tipo che perde tempo.



Ti consiglio di prendere in considerazione la dieta fruttariana crudista
Solo frutta, matura , cruda possibilmente biologica, mangiata a sazietà più volte al giorno, possibilmente un tipo per volta
Poi verdure crude a foglia verde tenera con avocado o un po’ di olive e qualche seme oleoso.
Ovviamente tutto il resto è bandito: sale, zucchero, cioccolata, alcol, caffè, cole, e cibi industriali di qualsiasi tipo, inscatolati, confezionati,..)

Il giovamento che ho tratto da tale dieta rispetto a quella vegana con cibi cotti, cereali e leguni, (che seguivo da tantissimo) è stato notevole. Fra i tanti: il sentirsi sempre pieni di energia, dormire perfettamente, non soffrire il caldo intenso, no malattie da raffreddamento, muco, ..
La cottura uccide il cibo sia perché annienta vitamine, enzimi sia perché modifica la struttura delle molecole. I cereali poi, pur essendo molto meglio che le proteine animali, richiedono anche loro parecchia energia per essere convertiti in glucosio oltre che tempi digestivi lunghi che vogliono dire fermentazioni e acidificazioni.

Prova per un certo periodo il crudismo fruttariano poi trai le conclusioni ;-)
maver
junior
 
Msg.: 15
Iscritto il: martedì 23 novembre 2010, 15:55

Non ti devi preoccupare: all'inizio devi capire come fare ma é solo la tua mente che deve abituarsi.

Ti hanno dato delle risposte bellissime.
Ora provo anch'io.

A pranzo e cena immagina il tuo piatto suddiviso in 4 quarti (quattro porzioni).

2/4 (due porzioni) saranno di VERDURA, sia cotta che cruda. (Mangiare prima la cruda, poi la cotta)
1/4 (una porzione) sarà di CEREALI, scegli tu ma alternali ogni giorno (riso, pasta, avena, orzo, cous cous, grano saraceno, mais)
1/4 (una porzione) sarà PROTEINE: fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave, (se vuoi soya).
Olio d'oliva 20 gr a pasto oppure meno. L'olio di semi anche é buono, ed é più leggero.
Puoi aggiungere il pane, ma quello industriale che trovi in giro a me non piace.
D'inverno io lo faccio in casa, dura una settimana, bisognerebbe mangiarne due fette a pasto (seee, certo ...)
D'estate sostituisco con 1 pacchettino di crackers o 4 fette biscottate rustiche (quelle più alte).

Merenda: 1 porzione di Frutta a metà mattina e 1 a metà pomeriggio;
semi (una manciatina) e noci (3/4) fuori pasto o a colazione.

Colazione classica: a me piace il thé con le fette biscottate e la crema di mandorle, ma la marmellata va benissimo (se non ne mangi un mezzo vasetto ;-) ) A volte mi va il cappuccino con il latte di soya.
Se non ti piacciono le fette puoi cercare i Biscotti: ce ne sono senza latte e uova, dolcificati con malto o agave.
Il giusto sarebbe tre, quattro biscotti ma ... chi ce la fa??!!! (I biscotti sono irresistibili).
Per dolcificare malto o agave, e in commergio da poco c'é anche la stevia.

Com'é una porzione?
Una porzione é indicativamente quello che (crudo) sta nel palmo della tua mano.
Frutta e verdura solo di stagione. E se hai un contadino vicino, meglio per te.

Dai, non é difficile. Se po' fà.
Ciao,
Avatar utente
vale.
utente senior
 
Msg.: 351
Iscritto il: giovedì 2 febbraio 2012, 15:35

Ciao occhiviola,

ti hanno dato tutti ottimi consigli.

Mi raccomando di integrare la B12, io personalmente mi trovo molto bene con la LongLife da 2000 mg della Phoenix, va presa una volta a settimana e fatta scogliere sotto la lingua, e il costo alla fine è irrisorio.

Quanto al senso di debolezza, tieni conto che può essere causato da molte cose, non ultimo il caldo che quest'anno è veramente feroce. A volte anche il fatto di sentirsi eccessivamente apprensivi verso il cambio di alimentazione ci può fare sentire più deboli, anche perché non è certo un uovo ogni tanto che ti risolve eventuali carenze. ;-) Potrebbero anche essere che semplicemente non mangi abbastanza, molti cibi vegetali sono a densità calorica più bassa dei cibi animali e quindi sembra di dover mangiare di più (come volume, perché in realtà quello che contano sono le calorie!)

Se non ami molto cucinare, in questo periodo puoi anche preparare insalate di riso, orzo, farro o couscous, con verdure e legumi, ne prepari un bel pò e per due o tre giorni sei a posto :-) Ci vuole qualche settimana di aggiustamento ma poi vedrai che troverai un pò di ricette da fare a rotazione, che non sia solo pasta e verdure - anche se onestamente pure se mangiassi solo pasta e verdure, ci sono molte persone che mangiano peggio di così e vivono lo stesso ;-)

Ciao,

Lia
Lia78
junior
 
Msg.: 23
Iscritto il: venerdì 25 marzo 2011, 16:38

Ciao! :gallina:
Ognuno ha il suo percorso anche in fatto di cibo e quindi il nostro corpo si abituerà col passare dei giorni, delle settimane e dei mesi a nuovi alimenti,oltra naturalmente, a tutti i benefici.
Io sono vegana e, fino ad oggi, devo dire di non aver mai avuto problemi di salute, anzi!
Per ora non integro con la B12 ma, se si vuole, ci sono tanti integratori cruelty free e sei apposto.
Per i cibi gli alimenti sono davvero tanti, c'è solo l'imbarazzo della scelta, sebbene all'inizio si possa pensare che escludendo quelli di origine animale resti ben poco.
esistono tanti mercatini bio a km zero, i mercati generali dove frutta e verdura convengono tanto.
poi diventeranno abitudini e sarà tutto più facile :mukka:
Avatar utente
lorynuvola
utente senior
 
Msg.: 255
Iscritto il: giovedì 7 gennaio 2010, 15:31
Località: Cantù, Como

lorynuvola ha scritto:Ciao! :gallina:
Io sono vegana e, fino ad oggi, devo dire di non aver mai avuto problemi di salute, anzi!
Per ora non integro con la B12

E che aspetti? Che arrivi io a farti una lavata di testa? :bom:
Fila a prenderla! Inoltre sarebbe bene fare le analisi relative (B12, folati, omocisteina) per accertarti di non averne una livello carenziale o vicino al limite, che nel caso sarà da rimarginare con l'assunzione giornaliera (se integrazione è da 2000 mcg) per un determinato periodo di tempo necessario al decorso del problema.
seitanterzo
utente senior
 
Msg.: 2462
Iscritto il: martedì 20 giugno 2006, 1:15
Località: Roma


Torna a Vegetarismo e veganismo

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti
cron