B12 e bimbi (chiuso)

Spazio di confronto e sostegno per genitori che propongono ai propri figli un'alimentazione a base vegetale.

Moderatore: mammafelice

B12 e bimbi (chiuso) - martedì 12 febbraio 2008, 16:18 da abete
Ciao a tutti,

sulla b12 ho letto molte cose qui sul forum e altrove.
Per gli adulti credo di aver capito (http://www.vegpyramid.info/nutrienti/b12.html), ma per i bimbi?

Ho fatto una ricerca sul forum e ho trovato due risposte che rimandavano al sito di SSNV
http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1709.html
http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1518.html

(Vera se c'è altro, correggimi pure!)

Per riassumere: "Qualora l'alimentazione si basi prevalentemente su cibi vegetali (il consumo saltuario di latte, uova, formaggi non è garanzia di sicurezza) il giusto apporto di vitamina B12 viene fornito da integratori farmaceutici specifici o da cibi supplementati presenti in commercio."

Dunque, bisogna dare l'integratore anche ai bambini? Il mio bimbo è ancora vegetariano, ma visto che cerco di limitare i derivati animali e non escludo di eliminarli del tutto in futuro, mi chiedevo se fosse necessario iniziare ad utilizzare degli integratori. Se sì, c'è un prodotto specifico per bambini?

Su un libro inglese che ho acquistato di recente, parlano spesso di latti vegetali o cereali per la colazione arricchiti di B12, ma le marche citate sono diverse in Italia e comunque dicono che è meglio integrare, aggiungendo B12 in polvere (B12 powder) sulla pappa. C'è qualcosa di simile sul mercato italiano? (la polvere mi sembra meglio dosabile in base al peso e all'età).

Mamme, voi con i vostri bimbi come fate?

E le alghe, sono consigliate per i bimbi? Da che età? In che quantità e quante volte a settimana? (ho letto che sono importanti per lo iodio)... ops vado in ot nel mio stesso topic ;-)
Avatar utente
abete
Moderatrice
 
Msg.: 1448
Iscritto il: mercoledì 18 aprile 2007, 15:59
Località: provincia di Genova

- martedì 12 febbraio 2008, 16:26 da Vera
Guarda, se i bimbi sono vegan, ma anche per i vegetariani, la B12 andrebbe integrata.
Sulle quantità non ti so dire...

http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1175.html
Sono una donna di 33 anni che segue l’alimentazione vegana per motivi etici.
Sono al 5o mese di gravidanza e tra le mie preoccupazioni maggiori c’è l’apporto di vitamina B12 sufficiente per me e per il bambino.
Ho letto tra le vostre pubblicazioni ma avrei bisogno di aiuto; integro la vitamina B12 con le pastiglie della Solgar da 100, in realtà però non so bene quante prenderne e con quale frequenza per evitare di avere carenze in futuro se dovessi allattare mio figlio al seno.
Potreste aiutarmi dandomi indicazioni precise in modo che io possa continuare la mia alimentazione con serenità? [D.O.]

Risposta a cura della dott.ssa LUCIANA BARONI, Presidente SSNV

La dose di B12 in gravidanza e allattamento è un po' più elevata di quella dell'adulto, cioè 4 porzioni al giorno, pari a 4 mcg da assumere in più riprese durante la giornata.

Una porzione di B12 equivale, dal cibo, a

* 250 mL di latte di soia fortificato
* 30 g di cereali fortificati per la colazione.

Tuttavia assumere la B12 da cibi fortificati può essere complicato in quanto richiede un monitoraggio costante delle entrate.

La preparazione da 100 mcg si presta male al mantenimento, perché è una dose troppo elevata da assumere quotidianamente, e non si sa bene quanta ne venga di fatto assorbita per poter stabilire la frequenza di assunzione nell'arco della settimana, in quanto le linee guida danno indicazioni solo su 2 dosaggi, i 10 mcg e i 2000 mcg.

Infatti la pastiglia da 10 mcg è in grado di fornire i 3 mcg al giorno necessari all'adulto, mentre quella da 2000 riesce a fornire egualmente circa 20 mcg la settimana (l'assorbimento si riduce man mano che aumenta la dose e si riduce la frequenza di assunzione).

Le consiglio di finire la confezione da 100, magari assumendola a dì alterni (sempre supposto che non sia in carenza, mi auguro abbia fatto un controllo dello stato della B12), dopodiché passare alla formulazione da 2000 mcg sublinguale che, finché sarà in gravidanza e allattamento, le consiglio di assumere 2 vv la settimana.


http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1537.html
Ho 29 anni, da circa 2 sono vegetariana e sto attualmente passando al veganesimo.

Allatto (molto) la mia seconda bambina di 22 mesi, ho una storia passata(mai ben chiarita) di celiachia e vorrei iniziare da subito ad integrare con b12 vista l'evoluzione della mia dieta che si prospetta e si concretizza giorno dopo giorno. Io e mio marito non escludiamo future gravidanze.

Quale integratore, ed in che forma e dosaggio, riterreste più congeniale a me? E vi chiedo anche, per mio marito e la mia bambina di 4 anni, che assumono direi molto sporadicamente qualche bicchiere di latte, un uovo a settimana, pochissimo pesce e qualche formaggio, e per la mia bimba più piccola,che invece detesta latte e latticini ed è ad oggi vegetariana (e vegana se non fosse per qualche pezzetto di parmigiano, qualche assaggio di uovo e mozzarella occasionali) dovrebbero integrare anche loro? Quale integratore e a che dosaggi eventualmente? [M.C.]

Risposta a cura della dott.ssa LUCIANA BARONI, Presidente SSNV

Per lei che allatta raccomandiamo 1 capsula sublinguale da 1000 mcg 3 volte la settimana. Per gli altri membri della famiglia, può essere utile una dose di 1000 mcg 1-2 volte la settimana (dipende dalla quantità dei cibi animali assunti e dal fabbisogno individuale): sarebbe in questo senso utile, alla prima occasione, che vi faceste fare un dosaggio di B12, folati e omocisteina, oltre a emocromo.


http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1716.html
Sono il papà di una bambina vegetariana di nove mesi. La sua pediatra ci ha consigliato, per via della possibilità di carenza di vitamina B12, di aggiungere alle pappe mezzo cucchiaino di semi di sesamo e girasole tritati, cosa che facciamo regolarmente. Può bastare, oppure è meglio ricorrere a qualche integratore? E, in questo caso, quale? [R.D.]

Risposta a cura della dott.ssa LUCIANA BARONI, Presidente SSNV

Questi cibi non apportano vitamina B12, ma vitamina D ed E, peraltro in quantità non ben definite.

Per la vitamina B12, non ricorra ancora al latte di soia addizionato, è troppo presto. Può utillizzare l'integratore della solgar da 100 mcg, 1/4 c a gg alterni. Comunque se la bambina è allattata al seno e la madre ha sufficienti livelli ematici, potrebbe anche non servire.


http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1709.html
Sono vegetariana da 19 anni, adesso ne ho 38 e ho una figlia di 13 mesi.

L'ho allattata in maniera esclusiva fino a 6 mesi poi mi ha strappato di mano una mela smith e se l'è finita lei.

Abbiamo così cominciato a darle prima frutta, poi verdure e cereali e solo da poco legumi. Rachele cresce bene, è allegra, attiva e dorme serena qualche ora nel pomeriggio e tutta la notte, puppando ad occhi chiusi. Prima o poi introdurremo cibi animali e leggendo quanto scritto sul vs. sito dal dott. Proietti spero di poter proseguire così almeno per un altro anno abbondante.

Mi resta però il mio dubbio, nel proseguire ancora senza darle carne di alcun genere e latticini, di eventuali carenze (B12 o altro).

Io ho fatto di recente le analisi del sangue e come erano buone in gravidanza continuano ad esserle ora.

Serve integrare ed eventualmente come la B12 o altro? [E.]

Risposta a cura della dott.ssa MICHELA DE PETRIS, Specialista in Scienza dell'Alimentazione

Finchè l'allattamento al seno o l'assunzione di latte adattato è esclusivo, in genere non c'è bisogno di integrare la vitamina B12 nel lattante a patto che le scorte materne siano valide o il latte artificiale sia adeguatamente integrato.

Quando la componente lattea dell'alimentazione viene gradatamente meno per lasciare posto a cibi solidi vegetali, anche l'assunzione di B12 si riduce e deve essere quindi integrata pena incorrere in carenze.

Il fabbisogno quotidiano di vit B12 varia in base alla facia d'età:

- 0.5 mcg fra i 6 e i 12 mesi
- 0.7 mcg fra 1 e 3 anni
- 1 mcg fra i 4 e i 6 anni
- 1.4 mcg fra i 7 e i 10 anni
- 2 mcg dai 10 anni in poi

Qualora l'alimentazione si basi prevalentemente su cibi vegetali (il consumo saltuario di latte, uova, formaggi non è garanzia di sicurezza) il giusto apporto di vitamina B12 viene fornito da integratori farmaceutici specifici o da cibi supplementati presenti in commercio.


http://www.scienzavegetariana.it/medici ... a1751.html
Ho un bimbo vegano di dieci mesi e mezzo.

Avrei alcune domande, la prima è se posso dargli senza problemi lo yogurt di soia (fatto in casa) visto che so che il latte va dato almeno dopo l'anno, però si può iniziare prima col tofu schiacciato...

Vorrei inoltre sapere se la vitamina B12 non può essere sciolta nello yogurt fatto in casa o nei latti vegetali (anziché presa in pasticche) poiché ho letto sul vostro sito che viene meglio assimilata se assunta in quantità più piccole, ma quotidiane.

Ma lo yogurt di soia fatto a partire dai fermenti vivi non contiene nemmeno un po' di B12? [I.S.]

Risposta a cura della dott.ssa MICHELA DE PETRIS, Specialista in Scienza dell'Alimentazione

Sì, può iniziare con yogurt e tofu schiacciato, mentre per il latte aspetti i 12 mesi compiuti.

La procedura più fisiologica sarebbe riuscire ad assumere la vitamina B12 tutti i giorni nelle giuste quantità (nel caso del suo bimbo di 10 mesi e mezzo il dosaggio è di 0.5 mcg/die).

Lo yogurt, anche se fatto in casa, non è una fonte affidabile di B12, quindi meglio non correre rischi inutili ed utilizzare cibi fortificati od integratori.

La possibilità di sciogliere o diluire la B12 nella pappa dipende dalla formulazione farmaceutica della stessa (compresse, tavolette, capsule,sciroppo...). Prima di modificare lo stato nel quale viene venduta bisogna accertarsi che sia possibile (non lo è nel caso di compresse a lento rilascio, sublinguali o gastroprotette). Se si tratta di tavolette (es. Floradix) o compresse tradizionali (es. Solgar) le può dividere secondo il dosaggio necessario, frantumare e mescolare nella pappa.

Usare il search è cosa buona e giusta! :D Vieni a sbirciare nel mio blog? :)

Immagine "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." (C. P. Estes) Immagine
Avatar utente
Vera
utente senior
 
Msg.: 10393
Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
Località: Provincia di Napoli

- martedì 12 febbraio 2008, 16:39 da mammafelice
Uao!
Io per ora non dò integratori perchè il latte in polvere (di soia!!!!) adattato è già addizionato con B12. Un biberon da 250 ml copre giusto la dose quotidiana e il topo ne prende spesso due quindi sono tranquilla...
Però tu dicevi che non riesci più a dargli il latte formulato al mattino vero?
Allora credo che, se i latticini sono saltuari, puoi iniziare a dargli l'integratore...
:)
Avatar utente
mammafelice
Moderatrice
 
Msg.: 3530
Iscritto il: martedì 18 dicembre 2007, 10:52
Località: provincia di torino

- martedì 12 febbraio 2008, 17:03 da abete
Che rapidità!!!
Cavolo... e io che mi sentivo tranquilla!
Sì Mammafelice, ricordi bene. Da prima di Natale, non riesco più a dargli il latte in polvere (non vuole più il biberon!)
Ora ho abbastanza risolto con i cereali a colazione con latte di riso o di soia normali (gli stessi che beviamo noi), ma ovviamente questo non basta.

Non bevendo più il latte, in pratica mangia solo un po' di ricotta o parmigiano sulla pasta e un uovo ogni 5 giorni (quasi tutto a pranzo da mia madre).
Ma leggendo le risposte riportate da Vera, sembra che l'integratore sia comunque consigliato. Cerco di informarmi meglio sugli integratori disponibili e vi faccio sapere se scopro qualcosa.
Avatar utente
abete
Moderatrice
 
Msg.: 1448
Iscritto il: mercoledì 18 aprile 2007, 15:59
Località: provincia di Genova

- martedì 12 febbraio 2008, 18:38 da mammafelice
Ah! Io prendo il latte di soia della Alpro, quello arrichito con calcio e B12, per fare lo yogurt. Un po' perchè col latte di soia fatto in casa non mi viene bene e poi perchè lo yogurt lo do al topo e preferisco che dia arrichito.
100 ml (e uno yogurt ne fa 125 credo) copre però solo il 15% del fabbisogno giornaliero. Meglio di niente, visto che fa bene assumerla regolarmente a piccole dosi per assorbirla meglio, ma non basta!
Potresti usarlo per la colazione del mattino coi cereali (anche il calcio male non fa) e poi dargli un integratore.
Io ho trovato le compresse della solgar da 100 mcg. La dott. Baroni dice che non si sa bene il dosaggio con quelle, ma se 10 mcg basta per un giorno, con un taglia-pastiglie faccio pezzetti da 25 mcg che quindi dovrebbero andare ancora meglio!
Quelle da 100 sono le uniche compresse senza zuccheri e robe varie aggiunte... Costo sui 15 euro, ma ci sono 100 pastiglie, diviso 4 ognuna, una al giorno: una confezione dura 400 giorni!!!! :shock:
Ma non andranno a male prima? Aiuto!!!!
Sono andata OT?
Avatar utente
mammafelice
Moderatrice
 
Msg.: 3530
Iscritto il: martedì 18 dicembre 2007, 10:52
Località: provincia di torino

- martedì 12 febbraio 2008, 18:55 da Vera
Ma la smettete di essere ossessionate dagli OT? :)
Non vi scanno mica. :)

Anch'io uso l'integratore "grande" che andrebbe preso una volta alla settimana, ma in realtà spezzo le pastiglie e lo prendo più spesso. Si risparmiano dei soldi perchè, almeno qui, le confezioni costano uguale indipendentemente dal dosaggio, ma quelle col dosaggio maggiore in proporzione durano di più!
Usare il search è cosa buona e giusta! :D Vieni a sbirciare nel mio blog? :)

Immagine "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." (C. P. Estes) Immagine
Avatar utente
Vera
utente senior
 
Msg.: 10393
Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
Località: Provincia di Napoli

- martedì 12 febbraio 2008, 19:23 da abete
In effetti al mattino "beve" solo il latte assorbito dai cereali più qualche cucchiaio tra un boccone e l'altro, ma alla fine nella tazza ne avanza sempre.
Quindi non so se potrei stare sicura, basandomi solo su questo e altri alimenti ricchi o arrichiti di B12.

Dal post di Vera ho visto che la dose adatta per lui sarebbe di 0.7 mcg, quindi come faccio con una pastiglia da 100 mcg? Se gli do 25 mcg sono troppi per un bambino? Mammafelice nel tuo esempio ti riferivi ad un adulto? Per gli adulti andrebbe quindi ben eccedere i fabbisogni giornalieri raccomandati per la b12, giusto?

In teoria credo che queste pastiglie dalla Solgar andrebbero bene sulla pappa, infatti la dottoressa DePetris nel post riportato da Vera dice:
Se si tratta di tavolette (es. Floradix) o compresse tradizionali (es. Solgar) le può dividere secondo il dosaggio necessario, frantumare e mescolare nella pappa.

E l'integratore lo posso prendere tranquillamente in farmacia senza ricetta?

Grazie per la pazienza....
Avatar utente
abete
Moderatrice
 
Msg.: 1448
Iscritto il: mercoledì 18 aprile 2007, 15:59
Località: provincia di Genova

- martedì 12 febbraio 2008, 19:35 da Vera
L'integratore di sicuro si vende senza ricetta, io lo prendo (solgar) in erboristeria.

Sul pericolo in caso di sovradosaggio non saprei, ma non credo succeda nulla come invece accade per altre vitamine, però non ne sono certa. :oops:
Usare il search è cosa buona e giusta! :D Vieni a sbirciare nel mio blog? :)

Immagine "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." (C. P. Estes) Immagine
Avatar utente
Vera
utente senior
 
Msg.: 10393
Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
Località: Provincia di Napoli

- mercoledì 13 febbraio 2008, 12:10 da mammafelice
Dunque, non dà problemi di sovraddosaggio perchè non viene eliminata con le urine affaticando i reni e il corpo può immagazzinarla, che per un bimbo è bene così si fa un po' di scorte. Però più ne prendi tutta insieme e meno il corpo riesce ad assorbirla (per questo se lo si prende una volta a settimana serve da 2000 mcg!). Infatti dicono che con 10 mcg assorbiamo i 2-3 mcg che sono la dose giornaliera raccomandata.
Quindi credo che se ce ne è un po' di più non succeda nulla di grave. E' solo che è difficile dividere una pastiglia da 100 in dieci pezzi, mentre in 4 ancora ci si riesce ( :D ); della solgar esistono anche pastiglie da 10 mcg, che fanno precise la dose giornaliera per un adulto.
Potresti provare a prendere quelle e usarle intere per te e divise in due per il bimbo...
Oppure prendere quelle da 1000 mcg e dargliene una a settimana (per gli adulti sarebbe due, ma dai tre ai dieci anni stando alla tabella di sopra va bene metà dose, quindi...).
Io pensavo di provare a frantumargliela nella pappa, ma forse è più lavoro che altro, a tre credo che riescono a mandarla giuù una pastiglina? O no?
ciao ciao :)
Avatar utente
mammafelice
Moderatrice
 
Msg.: 3530
Iscritto il: martedì 18 dicembre 2007, 10:52
Località: provincia di torino

- mercoledì 13 febbraio 2008, 12:45 da abete
Grazie per le risposte :-)
sono contenta che non ci voglia ricetta, così non devo stare a spiegare troppo ai vari medici.
La soluzione settimanale sarebbe perfetta, perché immagino che non sarà facile fargliela prendere.... Comunque proverò ad andare in erboristeria a chiedere e deciderò in base alla disponibilità tra le pastiglie giornaliere da 10 mcg e quelle settimanali da 1000 mcg della solgar.
Speriamo che sappiano di cosa si tratta!!!
Avatar utente
abete
Moderatrice
 
Msg.: 1448
Iscritto il: mercoledì 18 aprile 2007, 15:59
Località: provincia di Genova

- mercoledì 13 febbraio 2008, 18:17 da MeglioPerTutti
Non è un problema iniziare subito con l'integratore, perchè è di derivazione naturale (fermentazione dei batteri), però se mangia se mangia un uovo e formaggio a settimana forse dovresti ridurre la dose.
Comunque la solgar è perfetta perchè non sperimenta su animali e, appunto, non contiene tutte quelle assurde aggiunte: coloranti, additivi etc. che ti fanno ammalare "curandoti".
MeglioPerTutti
 

- giovedì 14 febbraio 2008, 3:08 da seitanterzo
La dose va bene quella perchè, come già detto, non si sono problemi di ipervitaminosi e comunque, oltre i 500 mcg in unica soluzione, l'assorbimento della B12 risulta essere dell'1% o meno (quindi, con la 1000 mcg sarebbe di 10 mcg circa). Calcolando la RDA per 7 giorni, sappiamo che ciò che rimane si accumula nel fegato in attesa di essere utilizzato. :wink:

Nonostante questo tipo sia sublinguale, il bimbo può benissimo masticare la pastiglia in quanto a quell'età le pareti della bocca sono ancora porose tanto da consentire l'accesso diretto al flusso ematico, a patto di assumerla a stomaco vuoti evitando che sostanze diverse possano interferire con l'assorbimento.
seitanterzo
utente senior
 
Msg.: 2462
Iscritto il: martedì 20 giugno 2006, 1:15
Località: Roma

- giovedì 14 febbraio 2008, 9:22 da abete
Grazie Seitan :)

ma allora non va bene frantumare la pastiglia e mescolare nella pappa?
Sarà difficilissimo fargli masticare la pastiglia da sola....

E già che ci sei :D, mi puoi chiarire se la B12 è raccomandata solo ai vegan o anche ai vegetariani? (il mio bambino è ancora vegetariano e mangia un po' di ricotta o parmigiano sulla pasta una volta al giorno (al massimo) e un uovo ogni 5 giorni).

All'inizio mi informavo per un'eventuale veganizzazione della sua dieta, ma leggendo le risposte riportate da Vera mi è venuto il dubbio che forse sarebbe meglio integrare fin d'ora.

Qualora l'alimentazione si basi prevalentemente su cibi vegetali (il consumo saltuario di latte, uova, formaggi non è garanzia di sicurezza) il giusto apporto di vitamina B12 viene fornito da integratori farmaceutici specifici o da cibi supplementati presenti in commercio.


Forse per lui il consumo di derivati animali non può definirsi "saltuario"?
Sono confusa....

Grazie!
Avatar utente
abete
Moderatrice
 
Msg.: 1448
Iscritto il: mercoledì 18 aprile 2007, 15:59
Località: provincia di Genova

- giovedì 14 febbraio 2008, 9:38 da Vera
Le pastiglie solgar sanno di ciliegia, a parte pericolo di strozzamento, sul quale ovviamente ne sapete più di me... da masticare sono invitanti. :)
Usare il search è cosa buona e giusta! :D Vieni a sbirciare nel mio blog? :)

Immagine "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." (C. P. Estes) Immagine
Avatar utente
Vera
utente senior
 
Msg.: 10393
Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
Località: Provincia di Napoli

- giovedì 14 febbraio 2008, 11:30 da MeglioPerTutti
seitanterzo ha scritto:La dose va bene quella perchè, come già detto, non si sono problemi di ipervitaminosi e comunque, oltre i 500 mcg in unica soluzione, l'assorbimento della B12 risulta essere dell'1% o meno (quindi, con la 1000 mcg sarebbe di 10 mcg circa). Calcolando la RDA per 7 giorni, sappiamo che ciò che rimane si accumula nel fegato in attesa di essere utilizzato. :wink:



Io avevo letto che un eccesso di B12 può provocare danni all'organismo.

Abete, la B12 è consigliata solo per i vegani, ma in casi specifici possono avere carenze anche vegetariani e chi mangia carne.

Vera, perchè le mie sono insapore? :o
MeglioPerTutti
 

Prossimo

Torna a Vegetarismo e veganismo nell'infanzia

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti